Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Chiesa si sveglia tardi: Fiorentina ko a Cagliari

La squadra di Pioli non riesce a riavvicinarsi alla zona Europa League restando a metà classifica. Due gol annullati ai sardi, che compiono un passo decisivo per la salvezza

2-1 dal Cagliari alla Sardegna Arena e sogni di Europa League mostruosamente proibiti per la Fiorentina di Stefano Pioli. Almeno in campionato, dove a fronte del successo-salvezza dei sardi (30 punti come il Genoa, temporaneo più 9 sul Bologna terzultimo) i suoi, che conservano la speranza di vincere la Coppa Italia (semifinale di ritorno il 24 aprile a Bergamo), anche dopo l’anticipo della nona di ritorno di serie A restano a metà classifica (38) a meno 3 dalla Samp e meno 6 dalla coppia Torino-Atalanta.

VIOLA STINTO. Annullato al 2′ il gol di Joao Pedro sul patatrac a due Terracciano-Ceccherini per la presenza in area di Pavoletti prima che la palla ne uscisse, al 26′ il portiere ospite salva in corner la seconda palla sfruttata da Cacciatore con un sinistro velenoso convergendo dalla corsia. Dieci minuti più tardi Cragno salva su Mirallas, servito da Biraghi, con Chiesa a ostacolare il possibile tap-in del compagno. A metà del guado (31′) delle rispettive occasioni, la girata dal limite del centravanti rossoblù di poco a lato.

RIPRESA COL BOTTO. I viola pasticciano ancora dietro in avvio di ripresa e il secondo buco è fatale. A tiro del nuovo destro fuori specchio di Pavoletti sul rinvio di nuovo corto del sostituto di Lafont, ecco l’estirada mancina di Joao Pedro che ruba il tempo a Milenkovic convertendo nel vantaggio il cross a rientrare di Cacciatore. 7 giri di lancetta, ancora un paio ed è brivido, ma sulla punizione da centrocampo (giusto alla destra del disco) battuta da Cigarini che sorprende l’incerto estremo ospite c’è l’inevitabile annullamento dell’arbitro Doveri in quanto la battuta avrebbe dovuto essere di seconda.

BIS&CHIESA. Il raddoppio arriva comunque, al 21′, quando Ceppitelli irrompe di testa sulla punizione dall’out destro del mancino Lykogiannis. Barella e lo stesso portoghese sfiorano il tris al 28′, ma Terracciano e la faccia interna della traversa respingono la minaccia. Chiesa prova a riaprirla a 2′ dal 90′ involandosi sul lancio lungo di Biraghi, poi nel recupero l’altro ex atalantino Padoin gli smorza la conclusione.

 

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News