Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Atalanta, qual è il rendimento dopo la sosta?

atalanta

Quattro soste per le nazionali in stagione: due volte è andata bene all’Atalanta, due volte male. Al rientro si va a caccia dell’Europa League

Dopo il deludente pareggio con il Chievo, da archiviare il prima possibile, ecco la sosta per le nazionali. Necessaria all’Atalanta, che ha un discreto bisogno di ricaricare le batterie verso un finale di stagione che si preannuncia infuocato. In palio c’è un posto nella prossima Europa League e nessuno, fino al nono posto, vuole starne fuori. In più ad aprile ci sarà la semifinale di Coppa Italia, altra gara assolutamente fondamentale. Ma come reagisce la squadra di Gasperini alla sosta per le nazionali? A volte bene, altre male, come spiega la nostra analisi.

La prima della stagione è stata quella del 9 settembre. Nelle successive tre partite l’Atalanta ha raccolto solo due punti, perdendo sul campo della Spal e pareggiando con Milan (in trasferta) e Torino (in casa). Due gol segnati, quattro subiti, nel momento forse peggiore della stagione nerazzurra.

La seconda sosta è arrivata un mese dopo, il 14 ottobre. Qui la squadra di Gasperini è tornata quella che tutti conoscevamo, proprio grazie alla sosta. Dopo le nazionali ecco tre vittorie consecutive, con ChievoParmaBologna. Ma soprattutto dieci gol segnati in tre partite.

Poi c’è stata la sosta di novembre e l’Atalanta è tornata a faticare al rientro dalla pausa. Sconfitta sul campo dell’Empoli, sconfitta in casa col Napoli e… il ritorno alla vittoria in trasferta con l’Udinese, un successo che mancava da dieci anni. Ma solo tre punti raccolti.

Infine la sosta natalizia, a cui i nerazzurri hanno reagito con tre ottime prestazioni: prima la vittoria 5-0 sul campo del Frosinone, quindi il rocambolesco pareggio in rimonta con la Roma e la vittoria complicata in trasferta con il Cagliari, dove solo il Napoli aveva vinto in stagione.

Insomma, impossibile dire se all’Atalanta la sosta faccia bene o male. Il rendimento è altalenante e tutto dipende dalla condizione della squadra. Si dice spesso che con Gasperini si facciano sempre grandi finali di stagione. Ecco, è ciò che sperano i tifosi nerazzurri, sognando l’Europa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti