Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Serie A: le plusvalenze salvano il bilancio, ma l’Atalanta è tra i club virtuosi

I nerazzurri sono ottavi nella classifica degli introiti derivati dai diritti tv, noni per fatturato commerciale e settimi per ricavi dallo stadio

Continua a essere corta la coperta dei conti del nostro campionato. Il fatturato del sistema Serie A continua a crescere ma con esso anche i costi, e se non fosse per le plusvalenze il buco dei debiti sarebbe una voragine. È questo il quadro che emerge da un’indagine fatta dai colleghi de La Gazzetta dello Sport sui bilanci dei club. I ricavi, al netto delle plusvalenze da cessione calciatori, hanno raggiunto ormai quota 2.398 milioni nel 2017-18, 131 milioni in più dell’anno prima, ma le spese, al netto delle minusvalenze, sono schizzate a 2.997 milioni nel 2017-18, 295 milioni in più del 2016-17. Spese che bruciano il 90% delle entrate.

Come dicevamo, a salvare la baracca sono le plusvalenze. Queste, per la stagione 2017-18, hanno toccato quota 731 milioni. Attraverso il calciomercato la Serie A ha contenuto le perdite aggregate a 88 milioni nel 2017-18, comunque in peggioramento rispetto all’utile di 3 milioni del 2016-17. I trasferimenti sono il cuore del calcio, ma è comunque rischioso basare il sistema economico sulle plusvalenze (talvolta fittizie come dimostrato dalle ultime indagini che hanno coinvolto Chievo Verona e Cesena) anziché su entrate più solide come biglietteria, diritti tv e sponsorizzazioni.

In questo quadro l’Atalanta come sta? I nerazzurri, nella scorsa stagione, hanno avuto dicati per 101 milioni di euro, mentre i costi si sono assettata 103,7 a fronte di un valore di plusvalenze pari a 45,5 milioni che portano il risultato nello a +26,7, uno dei migliori della categoria. I nerazzurri sono ottavi nella classifica degli introiti derivati dai diritti tv (alle spalle di Juventus, Roma, Napoli, Milan, Inter, Lazio e Fiorentina), noni per fatturato commerciale e settimi per ricavi dallo stadio.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News