Resta in contatto

News

Pasquetta al San Paolo, il caso Insigne può favorire l’Atalanta

Lunedì sera c’è Napoli-Atalanta alle ore 19, polemiche dopo la sostituzione del numero 24 partenopeo e la sua reazione

“Che brutta serata! Lorenzo Insigne la ricorderà a lungo. Nelle orecchie gli ritorneranno i fischi che il San Paolo non gli ha risparmiato nel momento della sostituzione. La decisione di Carlo Ancelotti non l’ha sopportata, il capitano. L’ha ritenuta ingiusta e inopportuna, perché fino a quel momento, nel grigiore napoletano, lui era stato uno dei pochi a cercare di combinare qualcosa di concreto, provando ad assistere i compagni. Se l’è presa parecchio, Insigne”. Così, l’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport‘ analizza l’eliminazione del Napoli dall’Europa League – contro l’Arsenal – e l’attuale momento del suo attaccante, Lorenzo Insigne.

Una scena che non è passata inosservata, quella relativa alla sua sostituzione nella ripresa: “Insigne, non ce l’ha fatta a restare fino al fischio finale e con una manciata di minuti di anticipo, rispetto al termine della gara, ha abbandonato la panchina rientrandosene negli spogliatoi. Un gesto che non sarà piaciuto ad Ancelotti e al suo staff. In quel modo, è stato come se il capitano avesse voluto prendere le distanze da quanto stava accadendo in campo”.

E intanto, lunedì sera, al “San Paolo” arriva l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Quale sarà la risposta del pubblico casalingo e del capitano? Secondo la rosea “Qualcosa, inevitabilmente, s’è rotto”. Da capire, adesso, se i nerazzurri potranno approfittare del momento o se avranno già – inevitabilmente – la testa alla semifinale di Coppa Italia contro la Fiorentina di giovedì 25 aprile.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News