Resta in contatto

Approfondimenti

De Roon e Pasalic eroi di serata, le gare passano da centrocampo

Dal centrocampo lunedì sera è passata la partita dell’Atalanta, ora quarta in zona Champions e con un 11 titolare che fa ben sperare

Chi ha corso di più ieri sera? Le gare nello spogliatoio proseguono al centro di centrocampo nei dopo partita dell’Atalanta. La Dea macina chilometri di corsa, anche se da qualche tempo a questa parte lo svizzero Freuler sta scontando un po’ di fatica.

CHE CENTROCAMPO!- Marten de Roon invece sembra inarrestabile: non solo dalle sue parti la palla viene sempre intercettata al meglio e spedita con posta prioritaria al reparto avanzato, ma i tiri che l’olandese fa partire da fuori- se entrassero-sarebbero da eurogol. Ormai è l’incubo di ogni portiere, persino di Musso, che ieri si è visto ingannare dagli 11 metri da chi un attaccante non lo è ma attacca il dischetto che è una meraviglia.

DE ROON- Come San Martino tagliò a metà il suo mantello per donarlo al povero, San Marten de Roon lunedì sera si priva del suo da Superman per coprire la lacuna dell’Atalanta, povera di gol dagli 11 metri. Si presenta glaciale e cinico e anche questo tallone d’Achille è ormai superato: dopo otto rigori stagionali di cui ben cinque sbagliati, Ilicic insacca il 25 aprile- che liberazione!- e de Roon si ripete. Ora, quando gli arbitri indicheranno il dischetto, i tifosi potranno fare un sospiro di sollievo.

PASALIC- Per non parlare di Pasalic, spesso nell’occhio del ciclone per i suoi errori da matita blu, ora nella bocca di tutti per i gol da circoletto rosso. L’ennesima sfida vinta da Gasperini-che l’ha reso goleador e goleadargent (non fosse stato per la deviazione…): già 7 reti per il croato che va sparato per superare il record di 11 allo Spalato, sei anni fa. Insomma, le gare passano da centrocampo prima di giungere al tridente d’oro d’attacco e nelle ultime tre partite la Dea ha dimostrato che il reparto funziona alla perfezione.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"El Tanque" nerazzurro

German Denis

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Il Vin Diesel di Bergamo

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Piccoli Genoa

Dentro uno, fuori tre: il calciomercato d’inverno va bene così?

Ultimo commento: "Non basta Boga per comporre una formazione vincente,bisogna acquistare giocatori piu' forti e veterani dalle squadre piu' forti ."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Non penso proprio: Papu era tutt'altro giocatore e più determinante."

Var e arbitri, che gran rottura. Come dovrebbe comportarsi l’Atalanta?

Ultimo commento: "Giuseppe Elia con tutto il rispetto che si merita una turca. “: VAI A CAGARE”"

SONDAGGIO – Viste le condizioni di Zapata, cosa deve fare l’Atalanta?

Ultimo commento: "Ora una parola sola .... svecchiare per ripartire con Mr. Gasperini Forza Atalanta"

Altro da Approfondimenti