Resta in contatto

News

Regalia: “La Lazio deve temere l’Atalanta”

L’ex direttore sportivo laziale è convinto della superiorità dei nerazzurri

“Da direttore sportivo della Lazio comprai, tra gli altri, Armando Madonna all’Atalanta, a Sarnico, davanti a Cesare Bortolotti e all’allora vicepresidente Ivan Ruggeri”. Pochi ma sostanziosi ricordi sul filo della memoria per Carlo Regalia, dirigente storico biancoceleste e a più riprese del Bari, intervistato da L’Eco di Bergamo. E in grado di dispensare una certezza per la sfida di domenica e quella del 15 in Coppa Italia: “Credo sia la Lazio a dover temere l’Atalanta e non il contrario”.

CALCIO CHAMPAGNE. “Sono due squadre che negli ultimi anni hanno dato vita a grandi partite, vedi l’andata con quel gol annullato dal Var a Milinkovic-Savic – precisa Regalia -. Attuano un calcio propositivo e hanno interessi di classifica contrastanti, lottando per lo stesso obiettivo: 4 punti di differenza in 34 giornate…”.

DEA, CHI MEGLIO DI LEI? “Per me l’Atalanta è la più forte in serie A. Con l’Udinese ha vinto perché è sicura di se stessa: è molto più convinta rispetto alle altre. Gasperini ha il polso del gruppo e se dice che i suoi non rinunciano ad alcun obiettivo significa che ci credono”.

AQUILA IMPALLINATA. “La Lazio è discontinua, ma se in giornata può far male a chiunque. Le assenze di Milinkovic-Savic e Lulic tra due giorni peseranno. Occhio, però, alla coppia d’attacco Correa-Caicedo. Le voci sul lasciar vincere i nerazzurri per tenere la Roma fuori dalla zona Champions? Ma così la Lazio resterebbe fuori dall’Europa League..”.

ATALANTINO MANCATO. “Nel 1998 sarei dovuto venire a Zingonia con Giovanni Trapattoni allenatore. Poi lui dal Bayern andò alla Fiorentina e dirlo a Ivan Ruggeri non fu facile. Ai nerazzurri segnai tre gol in maglia Cagliari sessant’anni fa. E da dirigente all’esordio del Bari volevo portarci Antonio Percassi che poi scelse Cesena”.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News