Resta in contatto

News

Gasperini: “Se non facciamo errori, le altre non ci raggiungono”

gasperini

La Lazio affronterà un’Atalanta in gran forma sia in campionato che in Coppa, ma le due partite avranno due pesi differenti

Domenica la Dea affronterà la Lazio nella prima delle due partite da dentro-fuori nel giro di dieci giorni. Coppa Italia, Europa e Champions le competizioni in ballo: ecco le parole di mister Gasperini in conferenza stampa.

EUROPA-CHAMPIONS. “Questa partita non c’entra nulla con la Coppa, ha tutte le motivazioni del campionato, con una classifica così corta l’aritmetica la vedono tutti, inizia a essere una partita molto importante, quasi decisiva. Dieci giorni dopo sarà una gara secca e fine a sé stessa, questa invece no. In palio c’è di tutto, l’Europa interessa a tutte le squadre coinvolte, per qualcuno la Champions è determinante per la sopravvivenza, noi viviamo lo stesso. Gli aspetti economici pesano e sono una cosa ma poi ci sono anche quelli sportivi, che sono un’altra cosa”.

CONDIZIONE NERAZZURRI. “L’importanza del traguardo è uguale per tutti. La squadra dopo tre partite importanti sente che sono state dispendiose, ma adesso sa che deve riaffrontare il resto delle partite, stanno tutti bene, hanno recuperato e a parte l’infortunio di Toloi per il resto siamo a posto. Barrow sta recuperando bene ma domani non ci sarà, Gosens e Ilicic hanno recuperato. Ilicic si è allenato regolarmente. La Lazio ha le sue caratteristiche, è molto forte, ha giocatori forti, la consociamo, ci abbiamo giocato parecchie volte, è una partita molto attesa per entrambe, la vittoria di Genova gli ha ridato ossigeno anche in classifica. Noi abbiamo un buon vantaggio ma ormai è solo una questione aritmetica, si vede l’importanza del risultato, vogliamo giocarla al meglio”.

RANIERI GUFA. “Con la massima convinzione i traguardi sono tutti raggiungibili. Cercheremo di farli prima di loro i gol visto che sono forti nei minuti di recupero, la prepareremo sotto tutti gli aspetti, la cosa più importante sia giocare, in quella zona di classifica è una gara imprevedibile. Ranieri credo abbia messo veleno nei rivali, ma siamo noi i veri parafulmini di tutte le gufate, loro sperano che noi cadiamo e lo vorrebbero, l’obiettivo sappiamo di essere noi. Non ci resta che giocare. Il pareggio di CR7 sul Torino? Evidente che siamo contenti dei risultati a favore nostro, ma prima noi non dobbiamo sbagliare così per gli altri sarà impossibile raggiungerci, intanto ci mandano freccette. C’è troppa permalosità, io non me la prendo”.

DI PARTITA IN PARTITA.“Noi arriviamo con le nostre forze, non abbiamo tempo di entrare in questi meccanismi, dobbiamo continuare a fare bene come fatto fino ad ora. La squadra che temo di più? Domani la Lazio, saranno due partite in dieci giorni che possono segnare la stagione, per il campionato conteranno tutte ma conta l’avversario che si trova di volta in volta. Noi dobbiamo mettere tutte le energie sulla nostra gara, se facciamo bene non dobbiamo guardare le altre. Potrebbe esserci solo un punto tra Champions ed Europa e tra questa e il niente. E’ difficilissimo per tutte in queste giornate fare dei filotti di vittorie. Capita a tutte di sbagliare e perdere punti”.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Altro da News