Resta in contatto

News

Gasperini: “Ci siamo, vogliamo giocarcela! E’ la Finale di tutti i bergamaschi”

Il tecnico nerazzurro parla in conferenza stampa alla vigilia della Finalissima di Coppa Italia contro la Lazio di domani sera, ecco le sue parole

“Invasione dei bergamaschi a Roma? Sono molto contento, sarei ancora più contento di vincerla domani sera. E’ merito di tutti noi, abbiamo ottenuto un grande risultato tutti insieme, tutti i componenti hanno spinto per arrivare a questa Finale, dalla città alla squadra. Da Bergamo, a Roma, in tutte le condizioni invadono Roma. Adesso, aspettiamo la partita”. Così, in conferenza stampa presso la sala conferenze dello ‘Stadio Olimpico’ l’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini.

“Ora che ho la Coppa qui accanto dico che è molto bella, ci penso tanto. Scegliere tra questa e la Champions? Non scegliamo, tutti gli incontri sono ravvicinati. In qualunque modo e risultato non abbiamo modo di pensare ai risultati, ci proviamo per entrambe”. C’è modo anche di parlare del futuro, di Gasperini: “Credo sia normale in questo periodo parlarne, basta vedere tutti gli accostamenti nelle varie panchine di Serie A. Credo che oggi, dall’Inter all’Atalanta passando per il Milan, ci sono talmente pochi punti dove in due partite può succedere tutto. O si ottiene tutto o niente. Quindi in questo momento bisogna pensare ad un piano A e un piano B, intanto tutte le squadre aspettano di vedere cosa accade. Il mio futuro è la Coppa, poi sarà la Juventus e poi ancora l’ultima partita di campionato. Solo allora si potranno fare programmi diversi. Io ho un contratto con la mia società, alla fine del campionato la prima persona con cui affronterò l’argomento – in base a quel che succederà – sarà il Presidente Percassi”.

“Tutti i risvolti che ci possono essere sono facilmente capibili, tutti capiscono l’importanza di questa Finale per una società come l’Atalanta. Interpretiamo la gara per quello che è, la Lazio è una squadra forte con un seguito forte ed importante. Vedo la squadra molto concentrata su quello che dobbiamo fare, è stata la nostra forza finora isolarci dal contesto esterno. Pensiamo alla partita, abbiamo le nostre chances – prosegue il ‘Papu’ – La Lazio è una squadra forte, ma ci siamo tolti le nostre soddisfazioni, anche con loro. Siamo qui e ce la giochiamo”.

“L’emozione c’è ed è tanta, soprattutto oggi con il Presidente Mattarella. Sentiamo forte l’interesse che c’è intorno a noi, ma credo che riusciremo con la squadra a concentrarci sul campo. Pensiamo alle nostre risorse, ormai ne abbiamo giocate di importanti anche all’estero. Sono tutte esperienze che ci hanno dato personalità – spiega Gasperini – le emozioni sono forti, la squadra ha la testa forte”.

“Nelle prime giornate faticavamo parecchio a fare gol, rispetto all’anno scorso erano cambiati tanti titolari e dovevamo inserire qualche titolare come Zapata. Che poi si è dimostrato determinante. Così lui, come gli altri, siamo riusciti a trasformare il tutto con una capacità realizzativa incredibile, non potevamo prevedere di segnare così tanto. Così come non potevamo neanche immaginare di fare così tanti punti e così tante vittorie”.

“Abbiamo rimontato tante partite, compresa quella giocata qui all’Olimpico con la Lazio, avendo sempre tante risorse per restare in partita e non perdere il filo. Noi favoriti? Io credo che una Finale non abbia mai un favorito, meno ancora che l’avversario è la Lazio e gioca a Roma. E’ una Finale imprevedibile, ci possono stare tutti e tre i risultati. Aver vinto dieci giorni fa ci ha dato la consapevolezza di vincere, e forse anche la Lazio sa che può perdere contro di noi. Ma è un’altra partita, e si parte dallo 0-0”.

“A parte Toloi ci sono tutti, purtroppo lui è indisponibile da mesi. Abbiamo tante soluzioni, le scelte le vedremo domani (ride, ndr). Finale atipica senza la Juventus? Eliminarli nei quarti ci ha dato credibilità per arrivare in Finale, se la Finale è atipica è perchè c’è l’Atalanta. E’ strano pensare che l’Atalanta sia favorita, ma abbiamo le nostre chances per potercela giocare. Domani vedremo la partita, ma sulla carta il campionato dice che i valori sono vicini. La gara sarà molto diversa rispetto a quelle già giocate, le gare vengono cambiate dagli episodi di solito. Nessuna squadra ottiene risultati senza ottimi giocatori. Se l’Atalanta ottiene grandi risultati, evidentemente, bisogna rivedere le valutazioni sui nostri calciatori”.

“A Bergamo c’è ormai una grande maturità. Nessuno pensa che si possano mantenere per sempre grandi livelli. La maggior parte dei tifosi che arrivano domani a Roma, da Bergamo, sono ragazzi, donne e famiglie. Io spero che domani non ci sia nessun episodio che possa rovinare una festa così importante, come il calcio merita. Mi auguro davvero che non accada nulla di spiacevole. Dobbiamo essere degni di questa Finale, e fare in modo che sia finalmente un momento solo di sport e calcio. Dobbiamo dimostrare impegno”.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Portiamola a casa ??⚫️?⚫️?⚫️?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

A tutto GASP!!!! ??????⚫️?⚫️?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grazie di averci fatto sognare…..se poi riesci pure a fare segnare i nostri ragazzi…ne basta uno in più…..forza Dea

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non ci sono parole x descrivere cosa rappresenta questo uomo x noi …Non è solo uno sport è molto molto molto molto molto molto di più e grazie a lui lo è ancora di più

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Gooooo……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande mister ?⚫?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Viviamo di forti emozioni che nemmeno voi sapete di darci domani il cuore batterà a mille forza ragazzi??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Dai che portiamo a casa la coppa italia a bergamo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

sei un mister che a Bergamo stai facendo la storia del calcio e un uomo IMMENSO sto pensando tanto a domani sera emozioni tachicardia pel de poia boom boom ve la meritate tutta vada come vada un solo grido DEA AMORE FOLLE ????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Niente da fare mister !I LA FINALE È SOLO DEGLI ATALANTINI, BERGAMASCHI E NON….i bergamaschi che tifano altro si possono attaccare al tram !!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Da juventino (bergamasco) dico :
DAI DEA FACCI SOGNARE ❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

E dajee Atalanta vinci per i bergamaschi.
Comunque sempre e solo FORZA LANEROSSI VICENZA

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mi auguro possiate essere voi i vincitori, giocate un calcio bellissimo e avete un pubblico fantastico… Da Cesena forza Dea?????in bocca al lupo….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vai gaspe!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

certo …allenatore sottomediocre

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Si deve vergognare !!! Non è degno neanche di nominare il nome del Mondo ...assurdo insultare Gasperini , veda di seguire qualche altra squadra ."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Uno dei maestri del calcio italiano"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "grande Domingo, mi ricordo un'Atalanta Inter 5a0 con tua doppietta a Cometti , non mi arrabbiai Tu Bergamasco doc eri tutti Noi"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Prego, 1-2 : De Bernardi, Magrin e Zobbio per il Treviso : c'ero anch'io, anche a Santangelo Lodigiano ( 0-0 su un campo di patate sotto il diluvio......"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News