Resta in contatto

Rubriche

Juventus-Atalanta, le pagelle nerazzurre

La squadra bergamasca ha affrontato la Juventus campione d’Italia battendosi fin dal 1′, rimanendo in corsa Champions e agganciando l’Inter

Dopo la sconfitta del Torino e la vittoria del Milan, arriva in contemporanea la disfatta dell’Inter e il pari della Dea, che proietta l’Atalanta al terzo posto, in vantaggio per gli scontri diretti sull’Inter. 

Gollini 6: prima parata in due tempi- ma salda- al 12′ pt su tiro potentissimo di CR7. Esce dalla porta quando serve per sventare l’attacco della Juve. Anticipa tutti, Bonucci compreso, nella sua volata verso la porta. Para un tiro ingannevole di Bernardeschi dando sicurezza alla squadra. Sfortunato, la sfera di Mandzukic gli passa sotto le gambe ma forse poteva fare di più. Super parata poi su Bernardeschi che salva il pari.

Hateboer 6,5: deve fare ancora il terzo centrale, ma lo si vede più a raccogliere le sfere per insaccarle, come al 9′ pt, ma la sua palla schizza sopra la traversa. Ingenuo, si becca un giallo nei primi 28′ sapendo di essere diffidato con la squadra in emergenza difensiva. Alza la palla vacante alle stelle salvando da un gol certo bianconero.

Djimsiti 7: Emre Can lo scarta e serve subito CR7, per rincorrere il portoghese deve mandare la sfera in fallo laterale. Ferma al meglio Dybala. Salva in calcio d’angolo al 5′ della ripresa su incursione di Cuadrado. Svetta su CR7

Masiello 7: si fa scappare subito Cuadrado e regala palle all’attacco juventino. Si riprende a metà del primo tempo coprendo Gollini. Su calcio d’angolo lascia scorrere il pallone scorgendo Ilicic sulla linea per un assist che pesa. Pressa e anticipa CR7,  ferma Dybala. Grandissimo.

Castagne 6,5: si perde un po’ di bianconeri lungo la fascia, ma quando si lancia verso l’area piccola non ce ne è per nessuno, solo che i compagni non lo servono quasi mai. Nella ripresa la sua zucca spunta in difesa, e si riprende campo anche in attacco.

De Roon 6: fa il suo compitino mettendoci il tacchetto per i falli dove servono. Frequenti le sue aperture su Gosens. Matuidi si arrabbia con lui, lo ostacola. Utilissimo davanti alla difesa, porta via palla ai bianconeri in maniera regolare. Con coraggio tenta il tiro al volo da fuori, ma non va.

Freuler 6,5: è suo il primo tiro in porta dell’Atalanta al 7′ pt, dal limite dell’area forte ma centrale. Al 16′ pt ci riprova, ma non è convinto fino in fondo e spreca un’altra palla gol non riuscendo a girare col tacchetto la sfera in porta. Va molto meglio nel recuperare palle a centrocampo e in difesa.

Gosens 6,5: gran recupero palla su Cuadrado e passaggi in avanti alla pantera nerazzurra. Sbaglia i cross sotto porta all’indirizzo delle punte e regala qualche palla. Si rialza dopo la botta alla caviglia e combatte strenuamente con Cuadrado, un cliente scomodo che non passa mai.

(Dal 16′ st Mancini 6: super lavoro il suo su CR7 appena entrato, lo disorienta come può).

Gomez 6,5: cerca gli affondi verso Zapata. Batte un doppio angolo insidioso e corre verso l’area servendo Zapata senza quel feeling da gol. Batte anche il corner del gol, perfetto. Non serve benissimo la palla a Ilicic ma il suo possesso palla per mantenere il vantaggio è prezioso.

(Dal 29′ st Pasalic 6: la dà dietro con retro passaggi precisi favorendo il possesso).

Ilicic 7: non controlla bene nei primi tocchi di partita. Si prende una pestata da Bonucci ma si rialza subito a servire palle d’oro a Freuler. Conquista una punizione al bacio da dove sa tirare meglio. Duello con Alex Sandro, perde per un soffio. Con un tocchetto sulla linea la butta dentro e decide ancora una volta una partita: è lì dove deve essere e la spedisce dentro con un tocco magico. Illumina la Dea e la ciliegina è il gol. Altra punizione da numero 1 al 25′ st, solo l’ultimo uomo bianconero salva.

(Dal 33′ st Barrow 6,5: entra, suda e si sacrifica facendo espellere Bernardeschi. Molto bene).

Zapata 6,5: serve un passaggio d’oro allo svizzero al 7′ pt. Con un’azione personale e un tocco da professionista supera due bianconeri ma poi lancia la sfera sul secondo palo dimenticandosi gli occhiali. Peccato, era un’occasione clamorosa. Presente anche in difesa, sfiora il raddoppio al 37’pt. Non intuisce l’aggancio di Gomez al 42′ pt ma ci va vicino. Da solo con Emre Can, il bianconero lo batte.

All. Gasperini 6,5: la Juve è molto alta e tanti sono i giocatori da marcare ma l’Atalanta è spesso in area piccola e passa meritatamente in vantaggio. Diversamente da altre volte, gli 11 in campo conservano il gol per 80′ e non si siedono fino all’ultimo, tentando il secondo sorpasso. Cambi azzeccati che rinfrescano la squadra.

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Masiello!

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Title

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche