Resta in contatto

News

Under 17 in semifinale: 3-1 alla Juve

Atalanta Genoa Viareggio di giovacchino bosi

Panada chiude i conti nella ripresa col secondo rigore a favore per i baby nerazzurri di Bosi: una franca affermazione dopo il poker dell’andata

Poker all’andata, tris sporco al ritorno a casa del nemico. L’Under 17 dell’Atalanta, guidata da Giovanni Bosi, supera lo scoglio dei quarti di finale con la seconda vittoria su due ai danni della Juventus. Un bottino pieno in rimonta, quello di Vinovo. All’8′ occasione sprecata da Sidibe dopo la corta respinta di Dragusin su radente dalla destra di Viviani, a cronometro raddoppiato errore in uscita dei nerazzurri con Lipari a incrociare il tiro a tu per tu con Nozza Bielli.

REMUNTADA. Già nel primo tempo i ribaltamento dello score: Traore, doppiettista a Zingonia, trasforma (21′) il primo penalty di giornata, concesso per atterramento di Sidibe, mentre Repa (apripista domenica scorsa a campi invertiti) insacca di testa sfruttando il traversone di Ruggeri dalla sinistra (24′). Nella ripresa Lipari si fa negare il pari da un colpo di reni del portiere bergamasco (5′), poco dopo viene espulso il nuovo entrato bianconero Moreno e la strada si fa in discesa: Meraglia (respinto sulla riga, 22′) e Faye (autore del secondo gol del quarto casalingo; a lato in ripartenza al 25′) sfiorano il 3-1, che arriva al 34′ grazie al secondo rigore, segnato dal capitano Panada per il contatto Lamanna-Giovane.

IL PROGRAMMA. Lunedì 17 giugno il tabellone accoppia le due nerazzurre nella prima semifinale delle Final Four romagnole: l’Inter, infatti, s’è liberato del Genoa (4-0 in casa, 1-1 all’andata). In campo alle 17.30 a Santarcangelo (Rimini), mentre dall’altra parte della griglia c’è il serale (20.30) al “Benelli” di Ravenna, poi teatro della finalissima di giovedì, fra la favoritissima Roma (1-2 col Milan, andata 3-1) campione uscente (proprio ai danni della Dea) e il Napoli (1-0 alla Fiorentina dopo il ko al “Bozzi” con lo stesso punteggio: conta il miglior piazzamento in classifica).

Juventus – Atalanta 1-3 (1-2)
JUVENTUS (4-3-3):
Garofani; Lamanna, Dragusin, Riccio (29′ st Spina), Verduci; Sekulov (26′ st Pittavino), Brentan (29′ st De Winter), Tongya; Sterrantino (1′ st Ahamada), Lipari (14′ st Da Graca), Abou (1′ st Moreno). A disp.: Sava, Fontana, Zanchetta. All.: Francesco Pedone.
ATALANTA (4-3-3): Nozza Bielli; Viviani (1′ st Derbali), Cittadini, Scanagatta, Ruggeri; Sidibe, Panada (37′ st D’Alessandro), Roma; Traore (16′ st Meraglia), Repa (1′ st Reda), Faye (29′ st Giovane). A disp.: Pisoni, C. Renault, Carrà, Manfredi. All.: Giovanni Bosi.
Arbitro: Calzavara di Varese (Chefor e Scordo di Novara).
RETI: 16′ pt Lipari (J), 21′ pt rig. Traore (A), 24′ pt Repa (A), 34′ st rig. Panada (A).
Note: ammoniti Lipari e Viviani, espulso Moreno al 6′ st.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News