Resta in contatto

Approfondimenti

Castagne sul fuoco: l’unico sacrificabile è lui?

castagne

Il laterale belga grazie alla cura Gasperini è diventato un affidabilissimo pendolino sui due fronti. Costa una ventina di milioni: moneta di scambio per i rinforzi davanti?

L’editorialista di TMW, Niccolò Ceccarini, di RMC Sport, è stato l’ultimo ad accodarsi a quanti sostengono la tesi dell’incedibilità di Timothy Castagne. Che all’Atalanta è legato fino al 2021 da un contratto a circa mezzo milione (più 50 mila euro) a stagione. Dopo due annate nerazzurre, la contesa della titolarità da esterno destro nella nazionale del Belgio con Thomas Meunier e lo spostamento a laterale dall’altra parte, con licenza di uccidere, leggi cinquina nella porta altrui fra cui l’apripista del 30 gennaio nel 3-0 casalingo alla Juve nel quarto di Coppa Italia, il Diavolo Rosso fa gola a chiunque.

CHAMPIONS E OFFERTE. Lazio e Napoli in pole position, anche se l’interessato nella recente intervista alla Gazzetta dello Sport ha affermato che le offerte non gli sono mai mancate. Diventato titolare solo col tempo, subendo una mutazione genetica alla Leo Spinazzola, un destro che gioca a sinistra, complice un Gian Piero Gasperini che dal suo lato vede meglio l’irruenza e la potenza di Hans Hateboer, Castagne è sicuro di voler contribuire a mantenere vivo il sogno Champions dopo aver avuto la parte del leone nel concretizzarlo. Non a caso ha parlato apertamente di tavolo di confronto per il rinnovo.

MONETA DI SCAMBIO? Se i Ciucci rinunciano a qualcuno tra quelli nel suo ruolo, tra Hysaj, Malcuit e il nuovo Di Lorenzo, oppure intendono comunque rafforzarsi sulle corsie nel preferenziale 4-4-2 di Carlo Ancelotti, allora Timothy è la moneta di scambio ideale per acciuffare un innesto fra quelli graditi al Gasp e all’entourage atalantino. Roberto Inglese, del quale il Parma tenta di scongiurare il ritorno alla casa madre, controfigura ideale di Duvan Zapata anche se Luis Muriel (che ha caratteristiche multiformi) è a un passo, e Simone Verdi, ala o seconda punta ambidestra forte nei calci da fermo. E solo il dio del calcio sa quanto mancano alla Dea le punizioni dirette e vincenti. Fantamercato o realtà alle porte? Tanto più che il canale con la Spal (interessa Etrit Berisha su tutti) per Manuel Lazzari, il possibile sostituto, è sempre vivo.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti