Resta in contatto

Approfondimenti

Questa volta non sentiremo parlare di mercato triste

Gasperini può ritenersi soddisfatto dell’operato dei dirigenti nerazzurri che stanno cercando di allestire un organico competitivo

Quest’anno abbiamo la vaga sensazione che non sentiremo parlare di mercato triste. Almeno fino ad oggi i dirigenti dell’Atalanta hanno cercato di assecondare la volontà del proprio tecnico Gian Piero Gasperini cercando di consegnarli un organico il più completo possibili per l’inizio dei lavori fissato per l’11 luglio.

NON SI SVENDE. In particolar modo il dato che più sorprende è quello delle mancate cessioni. In tutte le sessioni estive di mercato, almeno una o due uscite di rilievo si sono sempre rese necessarie per esigenze di bilancio, ma invece questa volta l’Atalanta ha respinto tutte le offerte piovute a Zingonia per i vari Zapata, Ilicic, Mancini e via dicendo. Il tutto per la gioia di Gian Piero Gasperini, che aveva chiesto la conferma in blocco dello zoccolo duro (salvo ovviamente offerte indecenti) e l’inserimento di almeno quattro-cinque pedine di buon livello al fine di riuscire ad essere competitivi sia in Italia che in Europa.

GASP SODDISFATTO. Due di queste richieste sono già state soddisfatte. La prima è già stata ufficializzata ed è quella di Luis Muriel, un giocatore molto gradito al tecnico di Grugliasco che giusto nella giornata di ieri ha spero parole molto positive nei confronti dell’attaccante colombiano. La seconda, che sarà ufficializzata a breve, riguarda il rinnovo del prestito di Mario Pasalic, che si potrebbe ribattezzare come un’operazione dalla “poca spesa e tanta resa”. L’Atalanta infatti non ha esercitato il diritto di riscatto fissato a 15 milioni preferendo trattare un ulteriore trasferimento temporaneo e quindi ridurre in maniera sostanziosa l’esborso immediato, posticipando il tutto di almeno un altro anno.

ALTRI INGRESSI. Il gruzzolo risparmiato ora potrà essere investito per andare a completare l’organico dove serve: Gasperini si aspetta almeno un ingresso a sinistra (Reca sarà ceduto in prestito e rimangono solamente Hateboer, Castagne e Gosens per due posti), uno in mezzo al campo (oltre a De Roon, Freuler e Pasalic serve almeno un innesto e si punta a Guarin, che potrebbe rappresentare un altro inserimento low cost) e uno o due sul fronte offensivo dove mancano un vero vice-Gomez e un elemento di fantasia e imprevedibilità come alternativa a Ilicic.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"El Tanque" nerazzurro

German Denis

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Il Vin Diesel di Bergamo

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Piccoli Genoa

Dentro uno, fuori tre: il calciomercato d’inverno va bene così?

Ultimo commento: "Non basta Boga per comporre una formazione vincente,bisogna acquistare giocatori piu' forti e veterani dalle squadre piu' forti ."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Non penso proprio: Papu era tutt'altro giocatore e più determinante."

Var e arbitri, che gran rottura. Come dovrebbe comportarsi l’Atalanta?

Ultimo commento: "Giuseppe Elia con tutto il rispetto che si merita una turca. “: VAI A CAGARE”"

SONDAGGIO – Viste le condizioni di Zapata, cosa deve fare l’Atalanta?

Ultimo commento: "Ora una parola sola .... svecchiare per ripartire con Mr. Gasperini Forza Atalanta"

Altro da Approfondimenti