Resta in contatto

News

“Caro Percassi…”: la pesante lettera della Curva Sud rossonera

La storica curva del Milan ha scritto ieri un comunicato dove ha chiarito la sua posizione contraria all’Atalanta in Champions a San Siro

Ormai è ufficiale: la Dea giocherà la sua prima Champions al Meazza di Milano. Una decisione che ha suscitato qualche perplessità in diversi ambienti. La Curva Sud Milano in una lettera ha fatto sentire tutta la sua disapprovazione. Di seguito le parole in questione:

“Il calcio moderno fatto solo di business e interessi economici sferra un altro colpo basso verso TUTTI i tifosi milanisti: il presidente dell’Atalanta, Percassi, ha chiesto di poter giocare a San Siro le partite di Champions League in cui la sua squadra sarà impegnata nella prossima stagione. Nel calcio che NOI amiamo e difendiamo questa richiesta sarebbe stata rimandata al mittente con una grossa risata: vi siete vantati del vostro nuovo stadio e ora osate chiedere San Siro? Ma lo sa Percassi cos’ha chiesto? Lo sa Percassi cos’è San Siro? No che non lo sa, perché altrimenti non si sarebbe permesso di mettere in imbarazzo il Milan con questa richiesta, salutata con entusiasmo da tutti quegli ipocriti e perbenisti che girano e vivono intorno al calcio, ma che offende NOI sostenitori rossoneri costretti anche a sopportare l’affronto di vedere giocare nel nostro stadio la squadra che è in Coppa dei Campioni a spese nostre. Cosa direbbe il presidente Percassi se un domani il Brescia chiedesse lo stadio dell’Atalanta per giocare in Coppa? Direbbe no o dovrebbe sottostare al precedente creato proprio da lui medesimo? Cosa direbbero i suoi tifosi? Perché non si immedesima nei suoi tifosi essendo il “primo tifoso dell’Atalanta”? Perché quello che potremmo subire noi e gli interisti, un giorno potrebbe capitare agli atalantini, ai napoletani, ai romanisti, a qualunque tifoso che venga portato via dal suo stadio come se non fosse a casa sua. È questo ciò ci aspetta quando conterà solo il tornaconto economico? Che qualunque presidente possa chiedere di giocare in uno stadio a suo piacimento, senza preoccuparsi delle reazioni e dei sentimenti di tanti tifosi che amano quello stadio esattamente come casa propria? È possibile che nel calcio non ci sia più rispetto per la passione dei tifosi, per la loro storia, per il loro cocciuto sentirsi parte di un mondo che ormai sembra far di tutto per trasformarli in clienti? San Siro, caro AC Milan, è casa nostra; il Gate 14 è la porta d’ingresso in casa nostra e nessuno invita ospiti indesiderati fra le proprie mura. San Siro è lo stadio del Milan e dell’Inter, qui hanno pianto, cantato, sofferto e gioito generazioni di tifosi; a San Siro sono passati 50 anni di vita ultras, a San Siro sono state scritte pagine memorabili di storia del calcio, a San Siro è legata la leggenda dei più grandi calciatori del Milan e NOI non vogliamo che un qualunque presidente si alzi una mattina e chieda di giocare qui come se fosse in casa sua. Perché San Siro non è un teatro o un locale che si affitta, non è una villa per cerimonie: San Siro gronda di passione rossonera, di amore per il Diavolo, di milanismo, di quei valori che si sono tramandati di padre in figlio, di quella mentalità che da 51 anni distingue gli ultras milanisti da tutti gli altri. Percassi porti i suoi ragazzi a Reggio Emilia, scriva lì la storia della sua squadra lontano dallo stadio dei suoi tifosi, lontano da quella Bergamo che non sarà mai di casa a Milano. Siamo uomini, siamo tifosi milanisti, abbiamo le nostre ragioni e, soprattutto, i nostri sentimenti: sono quelli che chiediamo non vengano calpestati. Da nessuno, nemmeno dal Milan!”.

11 Commenti

11
Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Giacomo De Vignani
Ospite
Giacomo De Vignani

Caro amico milanista, devi essere più realista…. Più che il cuore grondante, devi ammettere che fa più male IL BRUCIORE in fondo alle natiche perché noi ci siamo, e tu no….. Questa, e solo questa è la verità….

alex
Ospite
alex

UNA TIFOSERIA DI DEMENTI,UNICI INSIEME AI GEMELLATI ROMANISTI AD AVERE SULLE SPALLE TIFOSI AVVERSARI UCCISI,VOGLIONO FARE LA PATERNALE A PERCASSI….

Emanuele fiorani
Ospite
Emanuele fiorani

Io sono un tifoso milanista e sinceramente di questa situazione non me ne frega niente. Da sportivo dico a tutti I bergamaschi che ve la siete meritata la coppa,noi purtroppo abbiamo mollato nelle ultime partite e questo è il risultato però il mio consiglio è quello di non fare tanto gli sboroni perchè sicuramente vi beccherete le squadre più forti che con un bel calcio in culo vi rimanderanno a fare il solito campionato.non avete neanche un briciolo di esperienza partendo dal presupposto che andate in champions con giocatori chiamati masiello

Emanuele

Enrico Bonardi
Ospite
Enrico Bonardi

Ricordate quando avete giocato nel 90 a Bergamo, alcune partite mentre sistemavano san siro per i mondiali???dopo aver rubato la coppa Italia?

Damiano
Ospite
Damiano

Da ultras e giusta una lettera da parte della tifoseria rossonera,il problema nasce pero’ nei piagnistei inutili che vi hanno sempre contraddistinto,noi non siamo in coppa a spese vostre siamo in coppa perche c’e la siamo sudata,ed e’ inutile prendersela con il presidente Percassi,quando siete proprio stati voi tramite la vostra societa’ ac milan a dare il consenso per svendere casa vostra,ad ogni domanda arriva un offerta,probabilmente la vostra societa’ a cosi bisogno di giocare le coppe che e’ disposta a vendere persino il culo dei suoi tifosi

Franco
Ospite
Franco

Poveretti,poi in coppa l’Atalanta c’e’ perche’e’arrivata terza in classifica non per défaillance di altri,per cui almeno leggere la classifica.Argomenti non da sportivo ma da……..

ben besana
Ospite
ben besana

Ma quando avevate chiesto di giocare a bergamo x la ristrutturazione di san siro ,n vi siete fatti la stessa domanda?

Nico
Ospite
Nico

Probabilmente LORO tifosi milanisti hanno la memoria corta o fanno finta di averla.
Probabilmente non si ricordano quando sul finire degli anni 80, quando nel Milan giocava gente del calibro di Van Basten, Rijkaard e Gullit, fu il Milan ad essere ospitato a Bergamo (21 settembre 1988) in Coppa Italia contro il Verona, e il 29 aprile 1990: ultima giornata di campionato contro il Bari.

Ma quello era un altro MILAN non di quelli che si lamentano che sono fuori dall’Europa che conta per colpa dell’Atalanta.

aieie brazof
Ospite
aieie brazof

milanisti è proprio bello giocare la champion da voi per farvi rosicareeeee!!!

Zogo
Ospite
Zogo

Il Milan resta una squadra del livello dei suoi tifosi. Una squadretta.

Maurizio
Ospite
Maurizio

Non dobbiamo dire grazie a nessuno se non alla nostra squadra se siamo in Champions, ai milanisti dico che Voi non avete avuto nemmeno la possibilità di fare la Europa league per demeriti vostri. È evidente che la società A. C. Milan è più intelligente dei suoi tifosi, ricordatevi milanisti che il giorno che verrà ristrutturata la “vostra casa” a qualche porta dovrete bussare magari proprio alla nostra…..

Advertisement

Marino Magrin

Ultimo commento: "Un grande calciatore....ma in particolare un grande uomo !"

Cristiano Doni

Ultimo commento: "Credo che Cristiano sia stato semplicemente il capro espiatorio di una vicenda strana e complessa e non del tutto chiara...."

Dea-Papu Gomez, una lunga storia d’amore

Ultimo commento: "Vorrei che Monaco Incapace direttore o Presidente del Catania, che 4 anni fa dava x certo la dipartita da Bg. Non potesse essere citato...."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Un grande, uno dei migliori talenti visti a Bergamo, un'icona!"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Peccato sia rimasto relativamente poco a Bergamo."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Title

Powered by Pagine Sì!

Altro da News