cropped-CA-logo.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il derby Duvan-Balotelli tra gol e ingaggio

Il nazionale colombiano contro l’italiano di ritorno dalla Francia: questione di rendimento, di gol, d’ingaggio e di accordi

L’appuntamento per rinverdire la storia infinita tra Brescia e Atalanta è al primo dicembre, anticipi e posticipi permettendo. Al “Rigamonti”, con ritorno (ibidem) al Gewiss Stadium il 22 aprile. La prima delle due supersfide con l’Oglio come barriera fisica, un derby improprio, la lotta di campanile che in A manca da 14 anni e complessivamente da 13. Ma anche lo scontro fra i due bomber designati. Duvan Zapata, reduce dalla stagione della consacrazione da quasi trentello (28, 23 in campionato). E Mario Balotelli, il rimpatriato, quello che dopo due anni e mezzo da 91 partite e 51 palloni nel sacco in Francia tra Nizza e Marsiglia si veste dell’azzurro di casa, prima mai indossato, per riprendersi l’azzurro Italia.

DUVAN-GOL E BALO-GOL. Quasi coetanei (’91 contro ’90), forza fisica straripante, movimento continuo, egoismo al bando e grande capacità di calcio, benché Balotelli tiri anche da fermo: i motivi per un paragone ad ampio raggio esistono tutti. Anche le cifre in termini di gol e allacciate di scarpe da professionisti li rendono simili: Duvan 108 in 315 match, più 4 in 18 nelle due rappresentative colombiane (Under 20 e Senior, dov’è fermo a 3 in 13); SuperMario, sbocciato ben prima in maglia Inter, 146 in 364, più 19 in 51 in Nazionale (14 in 36 da senior). La carriera di Zapata rispetto a Napoli, quando comunque faceva la riserva al Pipita Higuaìn, ha avuto un teorico downgrade, rivalutato dal terzo posto dell’anno scorso. Ma è un upgrade rispetto alla Samp. Quella di Balo-gol ha imboccato spesso la discesa della scala dei campioni: dal Manchester City al Milan (2013), dal Liverpool ancora ai rossoneri (2015) e ora una molto più decisa, visto che in Costa Azzurra aveva ritrovato le atmosfere rarefatte della Champions e adesso si tratta di mantenere la categoria col coltello fra i denti.

IL DERBY DELL’INGAGGIO. La questione dell’ingaggio è la prima grande questione a tenere separati i rispettivi universi. Duvan è sul milione e mezzo, anche se dopo il riscatto nel giugno 2020, dopo aver fatto carte false per tenerselo stretto, i nerazzurri lo porteranno a due netti, con garantito fino al 2023. Per adeguarlo e anzi parificarlo agli altri senatori Papu Gomez e Josip Ilicic, a loro volta vicini all’accordo (1,6 e 1,4 rispettivamente) per toccare quella cifra. Mino Raiola, al contrario, ha subito sparato alto. E il presidente-padrone Massimo Cellino, desideroso di non svalutare la sua creatura con una retrocessione immediata, ha fatto ponti d’oro a Balotelli, che si presenterà agli allenamenti a Torbole Casaglia martedì 20. Pronti: uno e mezzo più altrettanti di bonus salvezza, che farebbe scattare il rinnovo biennale automatico a 4,5 a stagione. In termini di ingaggio, stavolta, le neopromosse Rondinelle hanno spiccato il volo. Se sarà quello di Icaro o no, dipenderà dalle lune e della classe del bomber di Concesio. Quella di Duvan è già da Champions, ma anche più economica. Che il gran derby abbia inizio.

Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Ma non c è paragone….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

la differenza fra i due e’ che uno ha la testa l’ altro no

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Duvan sempre. .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

perché balotelli è un calciatore????? non mi risulta 😉

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Balotelli può allacciare le stringe a Duvan se proprio vuole.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Prima di essere calciatore bisogna essere uomini E DUVAN lo E

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Per noi un allenamento

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Non c’e paragone ,non lo cambierei mai .duvan tutta la vita ,numero 1 .FORZA DEA .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Non Confondiamo la Cacca , con la Cioccolata…per favore!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Vai Duvan! !!!! Sei il migliore ????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

duvan non è paragonabile è un mito ma dai per piacere

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Per piacere non chiamiamolo derby

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

E poi vogliamo paragonare Duvan a quel pagliaccio?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

E poi vogliamo paragonare Duvan a quel pagliaccio?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Quale derby?

Articoli correlati

Le pagelle nerazzurre di CalcioAtalanta. CARNESECCHI, voto 6: scalda i guantoni sin da principio sul...

I risultati finali della nostra rubrica sul match contro la Fiorentina...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...

Diretta tv, streaming e live testuale della partita che può valere la corsa alla qualificazione...

Altre notizie

Calcio Atalanta