Resta in contatto

News

Ancora Gasperini: “Tecnicamente una bella gara, siamo pronti”

Il tecnico nerazzurro ha commentato con entusiasmo la prestazione dei suoi e il ribaltone culminato con la doppietta di Luis Muriel

Gian Piero Gasperini è largamente soddisfatto di come hanno giocato le sue pedine nerazzurre contro la Spal nonostante la brusca e falsa partenza: “Tecnicamente una bella partita, Berisha migliore in campo della Spal, Etrit è stato un ex veramente duro da superare, Petagna lo conoscevamo già. L’Atalanta ha battuto una squadra che coi suoi ex sa fare davvero bene”, spiega il mister in conferenza stampa.

CAMBI FONDAMENTALI.“Abbiamo fatto 20 minuti brutti dietro. Paradossalmente siamo partiti più coperti per non offrire spazi a inizio partita: col caldo e la condizione non ottimale nelle previsioni c’era un primo tempo soft. Invece siamo andati sotto pesantemente, palla al piede con un paio di scambi e gol a porta spalancata. Già nel primo tempo abbiamo avuto opportunità molto buone, soprattutto col Papu e Freuler. Una situazione che ci capita un po’ spesso: partenza a rilento e in condizioni di difficoltà siamo andati a mille. I cambi nel secondo tempo sono stati importanti, soprattutto un elemento come Muriel che l’anno scorso non era una soluzione che avevamo in uscita dalla panchina“.

LA SQUADRA SA REAGIRE.Muriel non ha la condizione per tenere i 90 minuti, ma in situazioni del genere è una scelta di livello che consente di ribaltare le partite. Malinovskyi necessita di maggiore inserimento a centrocampo, può fare molto meglio. Dietro dopo il secondo gol abbiamo trovato più equilibrio con Djimsiti spostato al centro e Masiello-Palomino ai lati. Prima i loro attaccanti giocavano troppo bene e avevano troppo spazio. Eravamo partiti per chiuderla, invece è andata diversamente. Nelle difficoltà però sappiamo sempre reagire. Nel precampionato abbiamo girato molto per le amichevoli e oltre a evidenziare una buona condizione abbiamo disputato tecnicamente una bella partita”.

RISCHIAMO TROPPO.“Non vedo pericoli di pancia piena: sono rimasti quasi tutti a Bergamo perché ci tengono a fare questa stagione storica con la Champions League. Altrove avrebbero guadagnato di più. L’Atalanta deve giocare a calcio. A volte sbagliamo e andiamo in bambola, ma non significa essere appagati. Abbiamo bisogno di stare molto alti in campo ed essere aggressivi: in superiorità numerica siamo paradossalmente meno attenti. Stasera abbiamo rischiato troppo prima di raddrizzare la partita”.

SIAMO PRONTI.“Rispetto all’anno scorso è cambiato molto, avevamo i preliminare di Europa League di mezzo. Non è che partiamo malissimo, è nelle gare dopo che magari abbiamo battute a vuoto. Globalmente stiamo bene. Anche il Papu, seppur affaticato, ha corso moltissimo. C’è Skrtel da riallineare ai ritmi degli altri. Zapata mi pare abbia fatto bene nel primo tempo. Insomma, siamo pronti. Nel finale avevamo qualcosa in più”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Marino Magrin

Ultimo commento: ""ATALANTA CLUB MARINO MAGRIN" di Calusco d'Adda...."

Cristiano Doni

Ultimo commento: "Diciamo che per me e' piu' grave tradire una squadra che la moglie io la squadra non la tradirei mai ma noi siamo tifosi...doni per me gransissimo..."

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Peccato sia rimasto relativamente poco a Bergamo."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Ero un ventenne Coin tanta voglia di Atalanta.Ricordo il pugno di Chiarenza sul filo spinato della gradinata dopo un goal. La stecca di Muratti del..."

Dea-Papu Gomez, una lunga storia d’amore

Ultimo commento: "un artista che ha fatto innamorare una citta e una provincia."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Title

Powered by Pagine Sì!

Altro da News