Resta in contatto

Approfondimenti

Palomino&de Roon, attenti a quei due 

napoli

Entrambi i nerazzurri stanno vivendo un momento di alti e bassi che pregiudica prestazione e risultati sia dei singoli che della squadra

Un’Atalanta dai due volti, quella scesa in campo ieri sera all’Olimpico contro la Lazio. Nel primo tempo ha dato una lezione di calcio non solo ai biancocelesti di Inzaghi, ma a molte delle squadre italiane che si gustavano l’anticipo alla tv. Peccato per la ripresa, dove errori da scuola calcio hanno fatto da padrone, pregiudicando una vittoria fino a quel momento più che meritata.

RIGORI MALEDETTI. Sui rigori c’è una forte polemica, non c’è dubbio (soprattutto sul primo) ma è risaputo che Immobile, prima di essere un attaccante, è un rigorista a 360°. Sa di essere imbattibile dal dischetto e sa altrettanto bene come procurarsi i tiri dagli 11 metri: un’ingenuità quindi per Palomino mettere lì il piede e dare adito a dubbi. Mister Gasperini gli urla invano dalla panca di non perdersi mai di vista Correa, che invece si lascia scappare incredibilmente appena 60’’ dopo il primo gol biancoceleste, permettendo alla Lazio di raddoppiare. Infine, in extra-time, il numero 6 nerazzurro perde palla in fase di possesso, regalandola ancora una volta al 17 biancoceleste, che poi de Roon contrasta senza complimenti.

PERIODO NERO(AZZURRO). Anche in questo caso l’attaccante lo anticipa furbescamente con la gamba sperando nel sacro fallo. Ma in tutta la gara l’olandese si perde tante-troppe sfere– e invece di essere un rinforzo a Pasalic, fa rimpiangere il croato. Errori che non sono i primi per i due nerazzurri: contro la Viola, sul tiro di Chiesa con Gollini in traiettoria, devia in autogol. De Roon portagonista invece nel vatanggio in extremis dello Shakhtar in Champions: già ammonito, non ferma la corsa fuori dall’area di Dodò, togliendo un piede che forse avrebbe più che mai fatto comodo.

22 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Approfondimenti