Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Atalanta-Udinese, le pagelle nerazzurre

L’Atalanta si impone meritatamente, sottoscrive il terzo posto a un punto dall’Inter seconda e a -3 dalla Juve

Il Gewiss Stadium impazzisce al suono dei sette gol di un tridente delle meraviglie che non smette mai di stupire. Sette gol senza Zapata e la Dea continua a volare. Sbaglia solo Kjaer, persino i sostituti si mettono in luce a gara già chiusa.

Ecco i nostri voti:

Gollini 6,5: visiera che lo protegge dal sole ma non dai guizzi di Okaka, esce spesso dai pali e rischia qualcosa, ma salva al 45′ st.

Djimsiti 6:ha la pancia piena e non si mangia Lasagna, che lo passa finché non lo atterra rischiando l’arancione. Si getta quindi a capofitto su Okaka in aiuto a Kjaer e fa meglio.

(Dall’8’ st Malinovskyi 6,5: sfiora il gol, entra subito in partita e dà una mano).

Toloi 6,5: scopre di dover entrare praticamente negli spogliatoi al posto di Palomino che si infortuna in allenamento, il migliore a difendere ma fatica non poco a far ripartire l’azione

Kjaer 5: non è la sua gara, non riesce a contenere Okaka, atterrandolo con ripetuti falli o perdendoselo. Al 12’ però gli regala addirittura la sfera del gol, mettendo nei guai Gollini e la squadra. Fatica anche su Lasagna.

Hateboer 6,5: grazie a lui Samir è tenuto a bada per quasi tutto il tempo, corre come al solito e cerca ogni varco per Ilicic.

Pasalic 7,5: non ha gli occhiali per inquadrare lo specchio ma la pressione che esercita su Jajalo gioca a favore dei nerazzurri. Quando è in difficoltà, effettua retropassaggi innocui e non rischia. Nella ripresa fa compagnia al tridente in area piccola e raccoglie al millimetro la sfera di Gomez per la cinquina. Bene.

de Roon 7,5: non facile la sfida con Jajalo, ma l’olandese ha il solo obiettivo di trovare la traiettoria per i compagni in area piccola. Assistman meritato per sbloccare la partita sull’1-1, arriva sempre prima di De Paul e regala l’altra palla gol a Traorè.

Castagne 6,5: Sema lo rallenta un po’, ma dalla sinistra fa filtrare più palloni possibili

Gomez 8: prima di mettere paura a Musso fa tanta pratica con tiri telefonati, ma dal 16’ è un razzo incontrollabile. Dribbla in continuazione tutti gli arancioni in campo e trova l’assist del gol di Ilicic. Sfiora anche il poker nella ripresa, sarebbe stato un gol meritato, ma preferisce farlo fare a Miuriel. Immenso e generoso, si inventa anche l’assist della cinquina a Pasalic, gli manca solo l’esultanza. Standing ovation al cambio.

(Dal 20’ st Barrow 6,5: anche lui ha l’occasione per firmare la sestina. Prezioso per far rifiatare il tridente).

Ilicic 8,5: è tornato a tutti gli effetti lo sloveno, che al fischio d’inizio si impossessa della sfera e non la molla a nessuno. Fa bene perché, superato il 20’, è in buona posizione per raccogliere l’assist e infilarla. Prezioso anche in fase difensiva, si procura il rigore che ribalta la partita e la chiude grazie al feeling d’oro col capitano e al suo sinistro micidiale che si staglia anche sulla traversa. Bentornato.

(Dal 32’ st Traoré 7: ebbene sì, la sua favola con l’Atalanta inizia oggi, un gol d’autore e un futuro tutto da scrivere).

Muriel 8,5: all’inizio sembra rallentato dall’abilità di Becao, ma è formidabile a tradurre gli schemi impartiti dal Gasp. Dà il via al triangolo che porta al pari ed è una garanzia la freddezza con cui si presenta agli 11 metri nonostante il tempo perso dall’arbitro. Raddoppia da cecchino sull’ennesimo triangolo del tridente. Si è ben integrato e ad oggi è indispensabile. Gasperini lo tiene dentro e quando il fiato sembra finito, conquista un altro rigore e lo batte in gol con la caviglia dolorante.

 All. Gasperini 8: la difesa, quasi a turno, non riesce a non regalare almeno una palla gol a partita, ma l’attacco con Muriel e Ilicic è stravolgente. Mette dentro Malinovskyi e Barrow, perché non gli bastano i cinque gol: vuole il miglior attacco e recuperare la differenza reti. Ce la fa.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News