Resta in contatto

News

Stendardo: “In Italia tanti ex calciatori sono a rischio povertà”

L’ex difensore dell’Atalanta ha analizzato in un’intervista a Leggo il problema della povertà di tanti calciatori dopo la fine della carriera

Il dato è allarmante e non lascia dubbi: il 40% dei calciatori professionisti in Europa è a rischio povertà dopo cinque anni appena dal ritiro e questo numero in Italia sale fino al 60%. Di questo tema ha parlato a Leggo l’ex difensore nerazzurro Guglielmo Stendardo:”È chiaro che non è solo un problema di istruzione e di tenore di vita esagerato, nelle crisi finanziarie di tanti colleghi incidono anche i costi sanitari alti che i calciatori devono sostenere a fine carriera e la scarsa attenzione che mettono verso i problemi del Fisco. La scelta di un commercialista preparato e affidabile è alla base nell’attività del calciatore, sia dei big sia dei tanti atleti di serie B e di Prima divisione. Si tende ad attribuire poca importanza ai problemi fiscali, invece sono fondamentali. Trascurandoli tornano ingigantiti negli anni a venire e diventano micidiali”.

Bisogna aiutare i giovani calciatori a studiare, a informarsi, a prepararsi in tempo e adeguatamente per il futuro nel mondo del lavoro. Non è possibile che il 70% dei nostri giocatori abbia la terza media e solo l’1% sia laureato. Inoltre, serve un fondo di accantonamento per almeno 5 anni per dare serenità economica agli ex calciatori che iniziano una nuova attività; serve creare polizze vita che offrano rendite vitalizie per gli atleti. Spero che Figc e Lega vogliano imboccare questa strada, fondamentale per il futuro dei calciatori italiani. E bisogna fare presto, i dati sono già drammatici”.

87 Commenti

87
Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma non ti vergogni Willy? La zet la campa con 1200 euri al mis e te ta rompere i coioni?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

E invece chi prende 900 euro al mese spaccandosi la schiena dalle 6 del mattino alle 6 di sera per prendere una pensione dopo 40 anni di lavoro di 400 euro invece a chi ci pensa? Uscita squallida!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

pensione di € 400 dopo 40 anni di contributi non ci credo neanche se lo vedo. Comunque che i calciatori siano spesso dei minchioni è un fatto risaputo, ma Stendardo ha detto cose giuste.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

C’è il reddito di cittadinanza….

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Chisenefotte

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ala ciok……e l’agente che non arriva a fine mese e spende lo stipendio per seguirvi? Che accantonato gli diamo ?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

E chi se ne frega vadano a lavorare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Risparmiare…semplice

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Inkulet teru’

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

MANDATECI L’ IBAN

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bhe tutto sommato ha detto cose giuste. Anche se penso che se in qualche anno hai guadagnato milioni e dopo 5 anni sei in mezzo ad una strada, un po’ te la sei cercata. E sei anche un po’ pirla

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Sono c…. loro hanno guadagnato tanto,se non sono riusciti a risparmiare qualcosa sono problemi loro,la maggior parte della gente tira la cinghia tutti i giorni

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Fino a poco tempo fa i calciatori erano iscritti ad EMPALS lavoratori dello spettacolo insieme ad attori e teatranti….siamo stati assorbiti da Inps ,non prendevano proprio una pensione da povertà, poi se hai guadagnato un sacco di soldi ma non sei riuscito a mettere nulla a parte non si puo prendere che la collettività se ne faccia carico ….

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Stendardo va a caga bigol

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

In un anno prendono quello che prendo io in una vita di lavoro, ma andate a cagare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Mio caro Stendardo, con rispetto parlando, mi sarei aspettato di leggere come oltre a tirare calci ad un pallone con maestria dovrebbe essere importante e obbligo per superare quelli che definisce un “problemi futuri”di come ingaggi milionari (parliamo di euro)dovrebbero avere come priorità la capacità di investimento del calciatore o quant’altro….io con un reddito che ben lontano sta dai milioni di euro, sono obbligato a farlo per garantire a me e famiglia una degna quotidianità…poi si può sbagliare o non capirne ma da qui a definire “dati drammatici” l’incapacità di un giocatore che con ingaggi milionari non pensa al futuro… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma dai, uno che ha giocato in serie A solo 4 o 5 anni ha guadagnato più di un Operaio che ne ha lavorato 40 dai avvocato non dire cassate, chi di loro è in povertà è perché ha sperperato denaro con vizi e bella vita che operai non hanno mai potuto fare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Gioppino

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma avete letto prima di commentare?
Stendardo dice cose giuste,non sta dicendo che bisogna regalargli soldi,semplicemente propone dei semplici consigli per far si che non succeda tutto questo.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Cavoli loro pensate che schiaffo morale per una persona che vive con la pensione minima un disoccupato e tutte quelle persone che non riesco a tirare ha fine mese

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Non ho parole………,…

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Che sì mettessero a lavorare fino a 67 anni .

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Teru’…

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Azz aveta muri e fam

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Che vada a lavorare 🤷🏼‍♂️ o dobbiamo mantenere pure questi?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Purtroppo è gente che spesse volte non si sa gestire e va aiutata in questo senso.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Dovrebbero fare un bagno di umiltà nella vita reale. La maggior parte della gente lavora tutta la vita senza accumulare nessuna ricchezza.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Se siete incapaci di far fruttare le entrate.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Michela Peruta ahahahahahahahahaha!!! 🔫🔫🔫

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Un professionista di A o B, se non sperpera vive di rendita.
LE PERSONE DA AIUTARE SONO ALTRE.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Rigore per l atalanta

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

vergognati…vai a lavorare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Stendardo a ragione….i calciatori sanno giocare a calcio e basta….e ci sono gli stadi pieni di gente che spende soldi per vedere tanti futuri poveri ….l’Italia bel pallone

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Che asegn.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Secondo me basta raccontargli ogni tanto la storiella della formica e della cicala ……
Poi sta alla materia grigia ….

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Avvocato stendardo ma non hai vergogna a scrivere un titolo del genere?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Comunque leggete gli articoli prima di commentare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma va a c…..e

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

che hanno fatto con i soldi guadagnati il brodo?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Allora imparate in lavoro, visto che non l avete mai fatto!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

E gli sta bene…bastava non spenderli tutti in auto e donne quando erano in attività. Vergogna

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Povero 😂🤣el pudia tegne a ma i migliarc chel ghera

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Invece di comprarsi Lamborghini Ferrari Posche quando stanno giocando ancora devono pensare al domani

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma inkulet… V a laurà!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Poverini facciamo la colletta

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Andate a zappare la terra

Commento da Facebook