Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini: “Vi dico come stanno Gomez, Ilicic e Zapata”

Gasperini

Parla Gasperini verso la sfida di domani contro il Milan: “Ilicic si è ripreso, Gomez sta bene. Zapata? Recupererà durante la sosta”

Vigilia di Atalanta-Milan, parla Gian Piero Gasperini: tantissimi i temi toccati, tra campo e calciomercato.

ILICIC. “S’è ripreso, s’è allenato tutta la settimana regolarmente: quello col Verona era un infortunio di poco conto”.

SUL MILAN. “È attardato, ma resta una grande del nostro campionato e una squadra di assoluto valore. Vale l’Europa. La classifica verso il giro di boa comincia a delinearsi, però squadre attardate come Napoli, Torino e Milan possono recuperare”.

IL CAMPIONATO. “Non avendo impegni di Champions League, col campionato nel vivo, dobbiamo cercare di fare più punti possibili. Purtroppo domenica scorsa a Bologna abbiamo perso una partita che non avremmo dovuto perdere per tutte le occasioni non finalizzate. Da gennaio subentra la Coppa Italia, ma se non altro la Champions dopo la fase a gironi non costringe più ai tour de force da sette partite in tre settimane come c’è capitato tre volte. L’Europa ci ha regalato molto entusiasmo, ma in serie A serve una marcia più spedita”.

GOMEZ. “Ha saltato una partita domenica, è comunque un highlander. Sta bene, ha recuperato anche lui, era una forte contusione. Tra Shakhtar e Bologna tempo per risolverla non ce n’era. Ilicic ha recuperato, Zapata manca da molto tempo”.

ZAPATA. “Zapata ha iniziato ieri a fare lavoro differenziato per conto suo, è fermo ormai quasi da tre mesi. Deve solo cominciare a muoversi ed allenarsi, poi vedremo. Approfitterà di questi dieci giorni dalla fine dell’anno. Aveva ricominciato ad allenarsi e poi ha interrotto un paio di volte (per le cure a Siviglia dal fisioterapista, ndr): per noi è importante, al 2020 chiediamo di non avere problemi del genere a livello fisico”.

IL 2019. “Resta un anno straordinario per tutto quello che la squadra è riuscita a fare: per i risultati, le prestazioni, gli apprezzamenti unanimi e anche l’entusiasmo che s’è creata intorno. Non è stato un anno casuale: tre anni fa 72 punti e quarto posto, quello dopo l’Europa League, lo scorso il terzo e la qualificazione in Champions dove adesso siamo agli ottavi. Possiamo programmare bene il futuro. Con tutta l’umiltà che ci contraddistingue, credo che l’Atalanta possa continuare a lottare per certi obiettivi”.

GLI EX. “Conte, Kessie e Caldara nel primo anno ci hanno dato tantissimo, Mattia anche in quello dopo: spero che esca dal tunnel dopo un anno e mezzo fermo. Appartengono alla nascita del nostro ciclo: sono contento che Conte si sia ripreso dagli infortuni, Franck è un’ira di Dio e va sempre fortissimo. Prima ci saluteremo, ma in campo ognuno per la sua strada”.

MURIEL. “Secondo me ha fatto bene anche a Bologna, dove abbiamo sciupato chances un po’ tutti. Magari è mancato un po’ nella realizzazione ultimamente. Domani è un’altra partita in cui resettare tutto”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News