Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Atalanta-Parma, le pagelle nerazzurre

Sportiello è spettatore non pagante e si gode lo show in area avversaria di Gomez e Ilicic

L’Atalanta inizia l’anno nuovo come aveva concluso quello vecchio: vale a dire con una vittoria convincente nel punteggio (5-0 proprio come contro il Milan) ma soprattutto nella prestazione contro un Parma remissivo e mai pericoloso dalle parti di Marco Sportiello. Tra i nerazzurri tutti voti positivi (e non poteva essere altrimenti), con Papu Gomez e Josip Ilicic protagonisti assoluti e terminali di riferimento di una squadra che gira alla meraviglia. Queste le nostre pagelle:

Sportiello sv: spettatore non pagante, come si dice in questi casi.

Toloi 6.5: gli attaccanti del Parma, oggi, sono stati tutto tranne che pericolosi, così lui trova il tempo per concedersi qualche scorribanda offensiva per prendersi mezzo punto in più.

Djimsiti 6: il trio Toloi-Djimsiti-Palomino ormai si recita a memoria come le poesie e i tre in campo sanno trovarsi con altrettanta sicurezza.

Palomino 6.5: fresco di compleanno, festeggia insieme ai compagni con cinque candeline, pardon, cinque gol al Parma e una prestazione senza sbavature.

Hateboer 6: bene ma non benissimo la prova dell’olandese che consuma la fascia di competenza ma non è mai davvero decisivo nell’economia della gara.

de Roon 6.5: una garanzia. La testa e le gambe girano allo stesso ritmo permettendo all’Atalanta di avere un perfetto equilibrio nelle due fasi di gioco.

Freuler 7: ritrova il compagno di sempre in mezzo al campo – de Roon – e la coppia di centrali più solida del campionato si conferma tale. Il gol è un mix di intelligenza, visione di gioco e potenza. Bravo.

Gosens 7: l’aria di rinnovo fa bene al tedesco che dimostra anche oggi che, quando in area avversaria si deve fare sul serio, lui c’è. Bello l’assist per Ilicic che permette allo sloveno di firmare il 4-0.

Gomez 7.5: il 2020 del Papu si apre come si era chiuso il 2019, con un gran prestazione, la gioia del gol che sblocca la gara col Parma e il tocco geniale a liberare Freuler in occasione del raddoppio nerazzurro (33′ st Malinovskyi sv).

Ilicic 8: crea, inventa e ha una voglia matta di segnare. Ci mette quasi un’ora per farlo, un po’ per sfortuna un po’ per bravura di Sepe, ma quando ci riesce c’è da spellarsi le mani per gli applausi e quando si ripete il Gewiss Stadium quasi viene giù (39′ st Traore sv).

Muriel 6: l’impegno non manca, anzi. Il colombiano, lotta, corre e prova a rendersi pericoloso in area avversaria, ma spesso l’ultima scelta non è quella corretta (26′ st Zapata sv).

Gasperini 7: il Parma sarà stato anche remissivo, ma la sua Atalanta gira come un orologio svizzero, padrona del campo dall’inizio alla fine. Cinque gol al Milan il 22 dicembre, cinque gol al Parma oggi: la tanto temuta sosta non ha scalfito le certezze della squadra e già si annuncia un 2020 molto divertente.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche