Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Percassi e il salto in alto con Gasperini

atalanta ranking uefa

Medie vertiginosamente aumentate in tutto negli ultimi tre anni e mezzo: Percassi ama i grandi numeri e Gasperini glieli ha dati

Un’Atalanta dai grandi numeri, quella presieduta da Antonio Percassi. Ma senza Gian Piero Gasperini in panchina il gran salto non ci sarebbe stato. Nel gioco come nelle medie, sottolinea la Gazzetta dello Sport: nelle cinque stagioni pre Gasp, 1,19 punti a partita contro gli attuali 1,78; 30 per cento di vittorie (57) contro il 51 (67); dal quattordicesimo (226) al sesto posto (235) nella classifica dei punti dietro Juventus, Napoli, Roma, Inter e Lazio.

I FEDELISSIMI DI GASPERINI. Tra i segreti, il nocciolo duro e la rosa corta di 16 elementi chiave. Con 11 di loro, il lavoro insieme prosegue da almeno due stagioni e mezza: tre e mezza, da inizio ciclo, con Toloi, Masiello, Freuler e Gomez; tre con Gollini e Hateboer, aggregati da gennaio 2017; infine con Palomino, Castagne, Gosens, De Roon e Ilicic.

GASPERINI E LA ROSA CORTA. Non è un mistero che il Gasp intenda migliorare la qualità dell’organico piuttosto che allargarlo. Ma è anche vero che la sua Atalanta sa cambiare in base alle esigenze e alle caratteristiche degli elementi. Facendo a meno nel tempo anche del possibile cavallo di ritorno Mattia Caldara, il cui rientro avverrebbe così in modo naturale.

PERCASSI E GASPERINI, GRANDI NUMERI. I grandi numeri dell’accoppiata Percassi-Gasperini nella stagione in corso, a parte il record (migliorabile sabato sera con l’Inter) di 34 punti per il tecnico nel girone d’andata, testimoniano il salto meglio di ogni altra cosa. 38 gol su azione (48 totali, primato), in vetta davanti a Lazio e Sassuolo (28); 144 tiri nello specchio (CR7 primo con 37, Ilicic quinto a 26), davanti a Juve (121) e Inter (112); 574 tocchi in area avversaria; Papu Gomez terzo nelle occasioni create con 46, dietro il viola Pulgar (52) e il Laziale Luis Alberto (50).

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News