Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Saldo da 139 milioni, la Dea ha la miglior gestione economica

barrow

Da quando Gian Piero Gasperini è sulla panchina dell’Atalanta, la società orobica ha raggranellato fondi nelle casse grazie alla valorizzazione dei giovani

L’Atalanta ha piazzato cessioni per la bellezza di ben 240 milioni di euro in soli tre anni e mezzo e contemporaneamente ne ha investiti 102. Sono questi i numeri che regalano alla Dea un saldo da numero 1 nella gestione del mercato tra entrate e uscite, come analizza oggi TuttoSport.

L’elenco delle operazioni portate a termine con successo è lungo e si parte da fine 2016 con l’esplosione di Roberto Gagliardini, voluto subito dall’Inter: 30 milioni alla società bergamasca, insieme ai 20 milioni per Bastoni, poi Kessie 30 milioni e 24 milioni per la vendita di Conti, entrambi al Milan, poi l’Atalanta ha incassato 25 milioni dalla Juve per Mattia Caldara, 28 milioni per Cristante alla Roma e altri 25 milioni per Mancini alla Roma e infine 15 milioni per Petagna alla Spal.

Tra costi e ricavi, i 140 milioni di euro finali sono un saldo del tutto positivo. Senza contare Barrow e Ibanez diretti a Bologna, con altri 20 milioni circa destinati alle casse nerazzurre per l’ennesima strategia di mercato andata a buon fine.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News