Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Auguri anche a Montolivo, due stagioni e la gloria altrove

Compleanno numero 35 per Riccardo Montolivo, appena ritiratosi dopo l’accantonamento da parte del Milan, la sua seconda parte di vita calcistica dopo la Fiorentina

66 presenze e 2 reti in Nazionale, con competizioni importanti dalla Confederations Cup del 2009 a quella del 2013 (bronzo) passando dai Mondiali del 2010 in Sudafrica e dagli Europei del 2012 (argento, col suo estimatore Prandelli) in Polonia-Ucraina. 498 partite da professionista condite da 36 gol, dagli inizi da trequartista appena maggiorenne con l’Atalanta di Andrea Mandorlini e Delio Rossi alla gran parte della carriera spesa da rubapalloni, smistatore e regista basso davanti alla difesa con Fiorentina e Milan. Il terzo festeggiato per ordine anagrafico di oggi ad aver vestito la maglia dell’Atalanta, Riccardo Montolivo, compie 35 anni da ex giocatore, ritiratosi il 13 novembre dell’anno scorso, a più d’un anno dall’ultima panchina (4 novembre 2018, con Rino Gattuso, contro l’Udinese) prima di essere messo di fatto fuori rosa dai rossoneri.

MONTOLIVO, DUE STAGIONI E VIA. Promosso dalla B col ravennate e retrocesso dalla A col riminese, subentrato al primo, 79 presenze di cui 6 di Coppa Italia e 7 reti (41 e 4 in cadetterìa, 32 e 3 nella massima serie). Questo il curriculum nerazzurro di Montolivo, nato a Milano ma di Caravaggio, con mamma tedesca di Kiel e doppio passaporto, sposato con Cristina De Pin dal 22 maggio 2014 e padre di Mariam (12 maggio 2016) e Mathias (20 ottobre 2018). A conti fatti, il caravaggino ha in bacheca più trofei mietuti nelle giovanili atalantine che altro: il campionato Allievi Nazionali 2002 e la Coppa Italia Primavera 2003. Il resto? La Supercoppa italiana del 2016 (Milan), qualche premio individuale (Oscar del calcio AIC 2007 come miglior giovane, premio speciale Globe Soccer Awards 2014) e tanti, troppi infortuni, con le ginocchia sempre di mezzo. Vabbè, ha giocato in Champions con Cesare Prandelli e Massimiliano Allegri. Tanti auguri.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News