Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Fiorentina-Atalanta, le pagelle nerazzurre

Nell’anticipo al Franchi la squadra nerazzurra questa volta approfitta del pit-stop della Roma, domina la gara e con sofferenza la porta a casa

L’Atalanta rompe un lungo digiuno e vince al Franchi, interrompendo la maledizione viola e una prestazione troppo altalenante. L’Atalanta fa ancora la partita e alla fine anche i gol, vincendo con merito. Ecco le pagelle di CalcioAtalanta.it:

Gollini 6: abile e lesto coi pugni a scaraventare via la sfera pericolosa di Milenkovic. Paratona su Cutrone al 26′, salva la porta chiudendo con abilità lo specchio all’ex Milan. Peccato poi, perché su quel tiro-gol di Chiesa c’era quasi arrivato e quella sfera la sfiora anche buttandola dentro, bastava partire un pelo prima o pochi mm in più nell’allungare il braccio; il nervosismo nelle proteste gli costa pure il giallo. Con l’uscita di testa al limite, in anticipo su Cutrone, si riscatta e salva la porta. Chiude bene su Vlahovic per ben due volte chiudendo la porta, non merita l’insufficienza nonostante l’errore sul gol, l’unico in tutta la gara.

Palomino 6: anticipa Chiesa, e lui reagisce scaraventandolo a terra. Ferma Cutrone senza commettere fallo ma sul gol di Chiesa non riesce a deviare. L’autore del gol poi gli fa il tunnel, e lui buca l’intervento nella ripresa rischiando qualcosa. Castrovilli lo atterra ma riesce a riprendersi e chiude con esperienza Chiesa in un’azione di contropiede pericolosissima. Luce e buio, ma sufficienza piena.

Toloi 5,5: perde qualche palla di troppo quando invade l’attacco nemico, troppi i falli in attacco commessi dal brasiliano. Una delle tante ‘frittate’ della Dea arriva dalle sue palle perse sulla trequarti e regalate ai viola. Malino.

Djimsiti 6: duella con Milenkovic fin dalle prime battute della gara, anticipa Chiesa e Castrovilli, ma è l’anello debole nella costruzione palla in difesa, le passa solo e sempre dietro. Chiude bene però su Lirola nella ripresa.

Castagne 6,5: ritorna in campo da titolare e il suo peso specifico si vede: al 12′ sfiora il gol su respinta di Dragowski e supera Dalbert. Al 19′ pt lancia un invito d’oro a Pasalic sulla porta che diventerebbe assist se il croato non sprecasse.

Pasalic 5: aggredisce Chiesa come vuole Gasperini per non farlo ripartire in contropiede e recupera quasi tutte le sfere viola in ripartenza. Nelle ultime gare aveva perso un po’ di colpi in zona d’attacco e il ritornello oggi non cambia: al 19′, con tutta la porta libera davanti a sé e una palla al bacio, riesce a buttarla fuori buttando via anche un’occasione d’oro. Gosens gli dà poi un’altra gran palla ma lui trova solo il corner sprecando ancora. Malissimo, anche nella ripresa non vede mai la porta.

(Dal 19′ st Malinovskyi 7: entra e mette subito fuori il cross di Vlahovic, Pezzella lo punta entrando in ritardo sul 18 nerazzurro, pericoloso. E infatti al 27′ arriva il suo gol da fuori con un mancino d’autore. Merita la maglia da titolare, nel finale è una trottola e la tiene sempre).

Freuler 6: fatica a stare dietro a Castrovilli ma solo i primi 5′, poi prende le misure e gli strappa la sfera perfino con la punta del piede. Calcia male troppe sfere in attacco nel finale.

Gosens 6: cerca cross per Zapata ma è poco preciso. Chiede palla invano ai compagni sulla sinistra, sempre smarcato, ma quasi tutte le sfere passano dall’altra corsia. Bellissima la sfera servita a Pasalic, una delle tante sprecate. Sempre bene, manca solo il guizzo: da fuori la manda fuori.

Gomez 7: fermato in fallo laterale da Pulgar, spedisce cross troppo lunghi per Zapata. Attaccato da Lirola, fa una grande gara di sacrificio chiudendo bene anche in difesa; è ovunque. Igor lo tocca duro ma lui si rialza e, anche se ancora il gol tanto agognato non arriva, il suo assist alla pantera vale il doppio. Straordinario, è lui il playmaker della Dea e lancia anche Malinovskyi al gol di mancino da fuori che vale la vittoria.

(Dal 45′ st Tameze 6: controlla palla e la mette fuori su Chiesa. Ben arrivato).

Ilicic 7: la mette sul secondo palo al 10’pt  e la curva viola trema, il suo mancino è sempre micidiale. I Viola lo conoscono e raddoppiano la marcatura ma non basta, al 12′ solo Dragowski gli dice no. Fermato da Igor, non aggancia qualche sfera nel finale. Parte ancora da lui l’azione da gol della Dea, che trova i varchi giusti per il Papu. Astute le imbucate a Zapata, tiene palla guadagnando punizioni utilissime.

Zapata 6: frenato da Pulgar, non gli arrivano mai sfere precise. Cerca lui stesso il cross sul fondo ma Pezzella mette una pezza. Sbaglia il tempo nel cross a Ilicic sulla porta e prende il giallo su Castrovilli. Richiamato dal Gasp, aspetta troppo a recuperare palla in attacco, deve puntarla prima ma Pezzella lo ferma troppo facilmente. Cerca il rigore e per poco non trova il rosso per somma di gialli. Fisicamente non è ancora il giocatore della prima parte della stagione, ma la sua zampata c’è tutta, cinica e cattiva e vale un primo pareggio preziosissimo.

All. Gasperini 6: la sua squadra parte bene, meglio dell’avversaria, ma manca ancora la malizia. Troppi palloni persi dalla trequarti in avanti, le chiama ‘fritatte’ le palle perse dalla Dea. I suoi sembrano non crederci abbastanza e lui non è riuscito a capire il problema di questi cali di rendimento. Ma i cambi li azzecca eccome: fuori Pasalic che spreca, dentro Malinovskyi che concretizza.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche