Resta in contatto

News

I ricordi di Carrera: “Il Gasp, mio compagno, allenatore in campo”

L’ex ‘Bandera’ dell’Atalanta tra i ricordi di gioventù in campo annovera anche il Gasp: “Dava consigli, aiutava, era già allenatore. Io mi sento bergamasco”

Gasperini era un allenatore in campo già quando era mio compagno di squadra al Pescara. Io ero giovane, lui era nel gruppo dei più esperti: aveva proprio una visione di gioco diversa dagli altri”. Massimo Carrera, nella diretta Instagram sulla pagina del giornalista Nicolò Schira (Gazzetta dello Sport), ha svelato qualche retroscena della sua lunga carriera da giocatore. L’ex difensore anche dell’Atalanta, 242 match e 4 reti tra 1996 e 2003, attuale tecnico dell’AEK Atene dove gioca anche Marko Livaja, ricorda lo stadio Adriatico come trampolino di lancio della sua carriera.

UN GASP IN CARRERA. “Nel Pescara arrivai ventunenne e quell’unica stagione da quelli più grandi imparai i valori, non solo dello sport, soprattutto il rispetto – rammenta la ‘Bandera’, campione d’Italia e d’Europa con la Juventus da giocatore e di Russia da allenatore dello Spartak nel 2017 -. Il Gasp dava consigli, aiutava la squadra: si giocava a zona, con Enrico Catuzzi in panchina che poi mi portò al Bari. Imparai a fare il terzino fluidificante e anche il centrale. Con Salvemini, a Bari, vincemmo la Mitropa Cup nel ’90”.

CARRERA, UN BERGAMASCO ALL’ATALANTA. Carrera, in quarantena nella capitale greca, è rimasto nerazzurro dentro: “Mi sento bergamasco, ci vivo dal 1996. Soffro a vedere la città e la provincia in questa situazione. Ma lì la gente non si piange addosso, è abituata a rimboccarsi le maniche”. Dal Mondo a Finardi, passando per Mutti e Vavassori, parecchie edizioni di una Dea da saliscendi con tre stagioni cadette: “7 anni bellissimi, un gran rapporto coi tifosi, ho dato e ricevuto moltissimo. L’Atalanta è nel cuore. Emiliano Mondonico era un grande personaggio, molto estroso e capace di sdrammatizzare, che sapeva leggere le partite. Pippo Inzaghi fu capocannoniere solo qui: c’erano Gallo, Sgro, Morfeo e Lentini, gente di qualità, supportata da una fase difensiva importante”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News