Resta in contatto

News

Coronavirus, giocatori all’estero “richiamati” in Italia

coronavirus

I giocatori volati all’estero dopo l’emergenza Coronavirus dovranno stare in quarantena per due settimane prima di tornare ad allenarsi

Sono tantissimi i calciatori stranieri che, vista l’emergenza Coronavirus, hanno voluto far rientro in patria, per stare vicini alle rispettive famiglie. È il caso di Lukaku, di Cristiano RonaldoIbrahimovic e tanti altri. Come spiega il Corriere dello Sport, le società stanno richiamando i propri tesserati al rientro in Italia.

Il motivo è semplice: arrivando dall’estero, saranno obbligati a un’ulteriore periodo di quarantena, della durata di due settimane. Dovranno quindi tornare il prima possibile, per non trovarsi in difficoltà nel momento in cui dovesse essere concessa la ripresa degli allenamenti, che si spera possa accadere entro la fine di aprile.

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Benissimo

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Si deve vergognare !!! Non è degno neanche di nominare il nome del Mondo ...assurdo insultare Gasperini , veda di seguire qualche altra squadra ."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Uno dei maestri del calcio italiano"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "grande Domingo, mi ricordo un'Atalanta Inter 5a0 con tua doppietta a Cometti , non mi arrabbiai Tu Bergamasco doc eri tutti Noi"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Prego, 1-2 : De Bernardi, Magrin e Zobbio per il Treviso : c'ero anch'io, anche a Santangelo Lodigiano ( 0-0 su un campo di patate sotto il diluvio......"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News