Resta in contatto

Esclusive

Esclusiva CA – Danilo Minuti: “Atalanta specchio di una città straordinaria come Bergamo”

Il capogruppo di minoranza in Consiglio comunale e grande tifoso nerazzurro: “Stiamo affrontando col massimo impegno l’emergenza coronavirus. Dimostreremo ancora una volta di essere una provincia virtuosa”

Il coronavirus ha colpito al cuore Bergamo, ma la città non si è spezzata. Ha lottato e sta lottando con grande coraggio e determinazione. La partita contro il Covid-19 si può vincere, tutti insieme. E chi di partite (dell’Atalanta) ne ha viste tante è Danilo Minuti, capogruppo di minoranza in Consiglio comunale a Bergamo e grande tifoso nerazzurro.

Minuti, partiamo proprio dell’Atalanta. Peccato che il virus abbia fermato la stagione in un momento esaltante per i nerazzurri.

“Proprio così. Fino a quando si è potuto giocare è stata una stagione straordinaria, che nessuno poteva prevedere. Arrivare ai quarti di finali di Champions League è stato un risultato incredibile e credo che la squadra avesse le possibilità per andare anche oltre”.

Detta così sembra che la stagione sia finita.

“Credo che sia difficile poter riprendere e anche qualora ci si riuscisse, sarebbe una stagione se non falsata, non del tutto veritiera. Anche giocare in stadi chiusi porterebbe ad avere un’atmosfera particolare”.

La governance del calcio sta addirittura pensando di far giocare le gare in campo neutro. Tra l’esilio a Reggio Emilia per le gare di Europa League prima e quello a Milano per la Champions poi, l’Atalanta è allenata.

“Da questo punto di vista sì, ma se si dovesse giocare con formule particolari tipo basket è difficile prevedere cosa possa accadere. Certo, sarebbe bello avere la possibilità di giocarsela fino in fondo”.

Secondo lei, l’Atalanta, con qualche passo falso in meno, avrebbe potuto competere per lo scudetto come detto da Papu Gomez?

“Le potenzialità per arrivare in cima ci sono tutte. La Juventus ha un organico strepitoso, ma l’entusiasmo e i meccanismi che ha l’Atalanta sono unici in Italia e in Europa. In un futuro immediato potrebbe essere un vantaggio”.

Lei è anche Responsabile acquisizione del personale all’ospedale Papa Giovanni XXIII , struttura in prima linea nella battaglia al coronavirus. Com’è la situazione?

“Difficile perché il numero di persone ammalate, anche tra medici e infermieri, è alto, ma la pressione si è un po’ allentata perché la curva dei contagi si è invertita. Purtroppo, però, ci sono persone che hanno paura di venire in ospedale per non restare soli. Per quanto comprensibile, è un fenomeno pericoloso”.

In questo momento di estrema emergenza, anche il tifo nerazzurro ha risposto presente.

“Tutti noi dobbiamo ringraziare i medici e gli infermieri per quanto fatto nei reparti; i volontari, gli artigiani e gli alpini per il lavoro alla fiera nell’allestimento in tempi da record dell’ospedale da campo. Non dobbiamo dimenticare gli ultras dell’Atalanta: quello che è stato fatto è frutto anche del loro impegno e dei fondi raccolti. I loro meriti sono stati riconosciuti, giustamente, in tutta Italia”.

Come vive lo scambio di accuse che avvenuto tra Roma e Lombardia?

“Sono polemiche che mi hanno fatto male e infatti la linea dell’opposizione qui a Bergamo è stata quella di non farne. Le polemiche sono sbagliate, ci vuole unità per superare la crisi e poi ci sarà il tempo per analizzare le cose e trovare eventuali responsabilità”.

Sono giorni particolari questi, in cui lo spirito pasquale si mischia all’amaro in bocca per il momento che stiamo vivendo. Cosa si sente di dire ai bergamaschi?

“Di essere fiduciosi. La curva del contagiosi si sta affievolendo, dentro di noi dobbiamo avere la certezza che ne usciremo, ma chiedo a tutti responsabilità e di fare ancora qualche sacrifico. Abbiamo tanta energia e questa ci servirà in una seconda fase, quando il lavoro mancherà e ci saranno altre difficoltà. Dovremo rimboccarci le maniche, ma Bergamo dimostrerà ancora una volta di essere una provincia virtuosa”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Esclusive