Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Il muro del Tifoso

Bonaventura, un Jack da calare o no? Ma quale vice Ilicic?

L’attuale milanista in scadenza di contratto conteso tra il Torino e un’Atalanta alla ricerca di un vice Ilicic che non può essere lui

Piace soprattutto al Torino, competitor dal progetto vagamente incrinato alla ricerca di un perché, ed è tutto dire. Opinione di chi l’ha visto giocare negli anni di Stefano Colantuono, quelli del trampolino di lancio personale: scordatevi che Giacomo Bonaventura possa essere il Jack da calare sul tavolo del prossimo rafforzamento dell’Atalanta nelle vesti di vice Ilicic. La fantomatica figura ricercata dall’allenatore Gian Piero Gasperini nelle ultime due sessioni estive del calciomercato non corrisponde alle caratteristiche tecnico-tattiche del marchigiano uscito dal settore giovanile di Zingonia, prossimo allo svincolo per scadenza dal contratto col Milan dopo anni da mezzala innestati su una crescita a pane e fascia sinistra alta. 4-4-1-1 o 4-4-2, prima delle variazioni rossonere al copione. Non una seconda punta con una difesa a tre e i pendolini in corsia, né un falso nueve o un’ala da tridente, anche se nella Scala del calcio gli è capitato di farlo.

BONAVENTURA, JACK DI MERCATO? Circa l’utilità alla causa nerazzurra del classe 1989 che il Cola vedeva al massimo dietro la punta, negli anni in cui però la zolla era occupata da Maxi Moralez dietro El Tanque Denis, sussistono comunque dubbi. Può scioglierli solo il Gasp, non proprio avvezzo all’usato sicuro di ritorno, tanto più senza averlo testato personalmente in precedenza. Nemmeno lui pensa a Bonaventura come controfigura del fantasioso-fantasista-bomber Josip Ilicic, ormai attaccante di razza e trascinatore partendo dalla riga laterale, anche poco oltre la metà campo. Non c’è bisogno di chiederglielo.

JACK: VICE ILICIC O PAPU? Jack potrebbe anche adatttarsi in una mediana a due, sempre che il profeta di Grugliasco ne consideri il passo adatto al 3-4-1-2 atalantino, oppure fra le linee, con compiti di recupero palla sul portatore nemico. Tuttocampista di riserva dietro il Papu Gomez? Un’operazione amarcord solo per far numero non servirebbe a lui come alla Dea. Qual è la vostra opinione di tifosi, lettori e, perché no, anche estimatori dell’ex ragazzo del vivaio? Il matrimonio con la Bergamo del pallone si può rifare dopo sei stagioni di separazione? Scrivetecela qui sotto.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Il muro del Tifoso