Resta in contatto

News

Schelotto: “A Bergamo ho sbagliato, ora voglio tornare alla Dea”

Il trentenne argentino del Brighton ripercorre gli anni in nerazzurro e sogna un nuovo futuro sotto le Mura bergamasche

Ezequiel Schelotto, centrocampista dell’Atalanta tra il 2011 e il 2013, ha parlato a L’Eco di Bergamo dei suoi sbagli che determinarono poi l‘addio amaro alla terra bergamasca a cui si sente ancora profondamente legato: “Ho sbagliato qualcosa. Ero giovane, emozionale: ho avuto un calo mentale e mi sono lasciato un po’ andare fuori dal calcio, seguendo persone che mi hanno portato sulla cattiva strada. Qualche mio comportamento non è stato da professionista, ma società e compagni mi sono stati vicino. Ebbi un incidente d’auto: lì capii che dovevo smetterla di agire da ragazzino. Qualche giorno fa ho fatto una videochiamata con gli Under 15 dell’Atalanta: è stato bello dare consigli e dire quali miei errori non devono commettere. Come facevano con me i compagni esperti dicendomi “Schelo, fermati” e tirandomi i capelli”.

L’ADDIO A BERGAMO.In molti mi insultavano: ho provato a spiegare la mia situazione, scusandomi e precisando che ho sempre dato tutto per la maglia. Ebbi poi l’occasione di andare all’Inter, che era il sogno di tanti. Ma lo voglio dire di nuovo: non ho mai mancato di rispetto all’Atalanta, anzi sarò sempre grato a questa città e a questi tifosi calorosi. Era meglio non sbagliare, ma l’ho riconosciuto e ho imparato. Oggi ho trentuno anni, sono un padre e un calciatore maturo e vorrei chiarire: se tornassi a Bergamo, parlerei con ogni tifoso, spiegandomi. La curva cantava “Schelotto vola”, come fossi Caniggia: speriamo possa succedere ancora”.

FUTURO NERAZZURRO. “E a chi non piacerebbe giocare in questa squadra? Gioca bene, fa risultato: Gasperini è un professore e il Papu, che conosco da Catania, è straordinario. Seguo con affetto l’Atalanta e ne parlo con i compagni del Brighton, che sono ammirati. Sarebbe bello tornare nella mia Bergamo, a vivere a Brembate Sopra, a cenare in Città Alta. E sarebbe bello rivedere il Galgo a sgroppare sulla fascia come ai vecchi tempi, no? Sono lo stesso: ho i capelli ancora più lunghi, fisicamente sto bene, ma sono maturato. Beh, dai, mando un messaggio a Percassi e Gasperini: datemi una mano”.

162 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

162 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News