Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Sartori: “Mercato stoppato. Pessina? Ci sono tante soluzioni…”

Sartori

Il dirigente nerazzurro ha rilasciato un’intervista esclusiva a L’Arena, dove ha parlato anche di Pessina e di Atalanta

Di seguito un estratto delle dichiarazioni di Giovanni Sartori a L’Arena: “Vediamo quando ripartiremo, importante lo facciano anche le varie industrie. Non siamo ancora fuori dal ciclone, ma guardiamo oltre. Parliamo di calcio”.

RIMPIANTI. “Conoscete bene la mia storia. Di rimpianti non ne ho, ma vi racconto un aneddoto. Passai per un somaro quando facemmo lo scambio Melis-Corini col Verona. Melis era in scadenza e col Chievo non voleva rinnovare. Voleva il Verona. Prendemmo Corini il mercoledì e il giovedì si ruppe il crociato, mentre Melis fece subito cose grandissime. Poi però, una volta guarito, Corini divenne la fortuna degli anni d’oro del Chievo. Guai ad aver fretta nel calcio: i conti si fanno sempre alla fine”.

D’AMICO. “Non lo conosco benissimo, d’altronde non credo di conoscere fino in fondo nemmeno quelli con cui ho rapporti da dieci anni… Lui ha tempo. So che è sempre vicino alla squadra ma va anche sui campi a vedere dal vivo i giocatori che poi va a trattare. Promette bene”.

PESSINA. “Lo dico sinceramente: è prematuro parlarne. Devo prima di tutto dare merito al Verona di aver svolto un grandissimo lavoro su di lui. Pessina sta attirando l’interesse di più società ma di soluzioni ce ne sono tante. Potrebbe rientrare, magari con un ruolo importante, così come potremmo rinnovare il prestito perché lui rimanga dov’è visto che a Verona sta bene e il Verona vorrebbe tenerlo”.

MERCATO. “È probabile che non ci saranno i movimenti onerosi degli ultimi tre o quattro anni. Il mercato era tornato importante, ma ora rischia di essere stoppato. S’era vissuto un momento di stasi, poi era ripartito bene. Il Covid-19 gli ha dato una bella botta, le cui conseguenze potrebbero durare un paio di stagioni”.

VERONA E ATALANTA. “Si assomigliano molto. Inizialmente no, ma poi il Verona s’è avvicinato tantissimo all’interpretazione di calcio dell’Atalanta. Sia sotto l’aspetto tecnico-tattico che sotto il profilo dinamico e motivazionale”.

JURIC. “Ho l’abitudine di seguirli passo dopo passo gli allenatori. Studiandone anche il lavoro dal vivo. È stato anche nostro ospite a Zingonia perché molto amico di Gasperini. Non lo conosco personalmente ma quel che ha fatto è sotto gli occhi di tutti”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

La voce dei tifosi: a gennaio almeno 4 dovrebbero salutare

Ultimo commento: "Boga via e buona fortuna. Ma il buco è in mezzo al campo senza il miglior Freuler perdiamo partite a raffica . Serve comprare un centrocampista..."
calciomercato

Sondaggio: come dovrebbe comportarsi l’Atalanta dopo la pubblicazione delle intercettazioni?

Ultimo commento: "Percassi...il lupo perde il pelo ma...😡....ma mi auguro davvero il nulla ..solo per i tifosi che ha la Dea!!"
Brescia-atalanta

Sondaggio a risposta secca: a Gasperini pieni poteri sul mercato, sì o no?

Ultimo commento: "Ok ma importante che rinforzi il centrocampo perché mancano incontristi puri capaci di aggredire e recuperare palloni invece che lasciar giocare..."

Altro da News