Resta in contatto

News

Ancora Gosens sul premio: “Io, ambasciatore del calcio della gente”

Un Robin Gosens particolarmente fiero si pronuncia dal canale ufficiale dell’Atalanta: “Un premio al lavoro fatto, il voto della gente e la finalità sociale valori aggiunti”

“Sono insieme a campioni come Podolski e Kroos, significa che ho lavorato bene facendo qualcosa di speciale per il calcio tedesco nel mondo. Tanta gente ha scelto il mio nome”. Il bello dell’Amabasciatore 2020 del calcio di Germania, firmato Robin Gosens. Il laterale sinistro dell’Atalanta ha affidato al sito ufficiale altre e più congrue dichiarazioni sul riconoscimento ricevuto oggi.

GOSENS E IL PREMIO DELLA GENTE. “Sono molto felice e orgoglioso di questo premio perché è un riconoscimento che viene dato a chi fa qualcosa di speciale e porta in alto il calcio tedesco nel mondo. E vedere i nomi che ho preceduto quest’anno, campioni del calibro di Podolski o Kroos ad esempio, o che mi hanno preceduto nelle edizioni passate, mi riempie ancora più di orgoglio: vuol dire che stai facendo veramente bene se tante persone hanno scelto il tuo nome – la parole del numero 8 nerazzurro sul canale principale della comunicazione atalantina – . Questo premio lo vedo come un frutto del tanto lavoro fatto finora. L’altra cosa che mi rende particolarmente felice, è che il voto è arrivato proprio dalla gente: significa che in tanti ti vogliono bene e apprezzano quello che stai facendo. E poi l’aspetto più importante è lo scopo sociale di questa iniziativa visto che si potrà aiutare anche un’organizzazione benefica a mia scelta”.

IL PREMIO DI GOSENS: IL WHO’S WHO. Gosens è stato insignito del Deutscher Fussball Botschafter Publikumspreises 2020 grazie al sondaggio sui canali sociale dell’associazione no profit Deutscher Fussball Botschafter, attiva nel campo del sociale e della beneficeza. Un premio al miglior tedesco che gioca fuori dai confini nazionali: il resto della top 11 di Germania preceduta dal ragazzo di Emmerich-am-Rhein comprende pezzi da novanta come Dzsenifer Marozsán (Lione), Toni Kroos (Real Madrid), Lukas Podolski (Antalyaspor), Ann-Katrin Berger (Chelsea), Leroy Sane (Manchester City), Antonio Rudiger (Chelsea), Benedikt Howedes (Lokomotiv Mosca), Marko Marin (al-Ahli Dschidda), Pascal Gross (Brighton & Hove Albion) e Thilo Kehrer (Psg). Robin succede al portiere del Barcellona Marc-André ter Stegen.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Si deve vergognare !!! Non è degno neanche di nominare il nome del Mondo ...assurdo insultare Gasperini , veda di seguire qualche altra squadra ."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Uno dei maestri del calcio italiano"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "grande Domingo, mi ricordo un'Atalanta Inter 5a0 con tua doppietta a Cometti , non mi arrabbiai Tu Bergamasco doc eri tutti Noi"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Prego, 1-2 : De Bernardi, Magrin e Zobbio per il Treviso : c'ero anch'io, anche a Santangelo Lodigiano ( 0-0 su un campo di patate sotto il diluvio......"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x