Resta in contatto

News

Coronavirus: sollievo dai dati di Bergamo, Lombardia e Italia

Record di tamponi: Bergamo segna il +3 di positivi, Lombardia con 23 in meno. Ottimi anche i dati italiani nel complesso: si allena la pressione sugli ospedali

Dai dati del 22 maggio sui contagi di Coronavirus Bergamo e la Lombardia si può dire che possano tirare un sospiro di sollievo. Nella nostra provincia sono 51 in più a fronte dei 48, tutto sommato stabili ma percentualmente in remissione visto che in tutta la Regione nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti ben 19.028 tamponi, un record, a fronte dei 14.702 di ieri. La Lombardia stessa scende dai 316 nuovi casi di giovedì ai 293 odierni. Il rapporto fra positivi e tamponi è all’1,5 per cento. L’indice di contagio Rt, ovvero la contagiosità per ogni positivo, scende da 0,62 a 0,51 ma, come sottolinea il presidente del Pirellone Attilio Fontana, “questo dato, aggiornato al 19 maggio, dal 3 maggio è incompleto. Il rischio scende comunque da moderato a basso”.

LOMBARDIA: DATI DA SOLLIEVO. 57 i morti, 1.018 i guariti e i dimessi in tutta la Lombardia. Si sono liberati 91 posti letto negli ospedali, di cui 19 nei reparti di terapia intensiva. Gli attualmente positivi sono 25.933 (-782), i ricoverati 4.028 (-91) di cui 207 (-19) in terapia intensiva. I decessi con Coronavirus salgono a 15.785, i dimessi e i guariti nel complesso sono 44.667.

LOMBARDIA: I DATI PER PROVINCIA. Ecco i dati delle province lombarde con contagiati lordi e nuovi casi tra parentesi. Bergamo 12.732 (+51), Brescia 14.345 (+19), Como 3.713 (+35), Cremona 6.374 (+9), Lecco 2.706 (+7)Lodi 3.392 (+5), Mantova 3.310 (+2), Milano 22.528 (+73), Monza e Brianza 5.409 (+13), Pavia 5.151 (+46), Sondrio 1.407 (+3), Varese 3.446 (+23). 1.871 casi sono tuttora in fase di verifica.

CORONAVIRUS IN ITALIA: I DATI. In Italia ci sono meno di 60 mila positivi al Coronavirus e non succedeva dal 26 marzo, quando però il 5,8% era ricoverato in terapia intensiva e il 39,9 con sintomi: voci, oggi, scese all’1 e a 15. Gli isolamenti domiciliari sono all’84 per cento rispetto al 54 di allora. I casi sono 10 più di ieri, 652, di cui 293 in Lombardia (44,9 per cento). Aumento di 87 in Piemonte, 53 in Emilia Romagna, 21 in Veneto, 35 in Toscana, 45 in Liguria e 31 nel Lazio. In terapia intensiva, 595 ricoveri (-45); ospedalizzati in 8.957 (-312) e in quarantena domestica 49.770 (-1281).

MORTI, GUARITI E RAPPORTO TAMPONI/CASI. 130 i morti, in calo di 36 rispetto al 21 maggio, per un totale di 32.616 dall’inizio della pandemia. 136.270 i guariti (+2.160), malati in calo di 1.638 (ieri 1.792). I 75380 tamponi raccontano di un rapporto di 1 malato ogni 114,6 eseguiti: lo 0,9 per cento a fronte della media del periodo dell’1,1. I contagiati lordi
sono fin qui 228.658.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News