Resta in contatto

Approfondimenti

Hateboer sugli scudi, ma cedere Castagne è un errore

I compagni e perfino il club si affrettano a tenere sugli scudi Hateboer, eroe anti Valencia, appena approdato su Instagram. Ma Castagne ha fatto la storia recente dell’Atalanta

Ne salutano tutti l’approdo su Instagram, da ultimo degli eroi integerrimi del pallone ad arrendersi agli squarci modaioli di mondanità da auto-gossip tecnologico. Il Papu, Duvan, Robin Gosens che è suo compagno di reparto ma sta a mancina e l’ha fatto per primo, il Gollo e infine l’Atalanta stessa dal profilo ufficiale. Che Hans Hateboer sia l’esterno del momento e il posto a destra sia suo non è più in discussione da tempo. La doppietta nel poker sporco degli ottavi di finale di andata della coppa dalle grandi orecchie è stata la sua consacrazione definitiva. Il tutto a discapito di Timothy Castagne, di cui in mancanza di calcio giocato si sottolineano la scadenza di contratto a giugno dell’anno prossimo e di conseguenza la necessità di piazzarlo al miglior offerente per non perderlo a zero. Gerarchie attuali, pardon prima della pausa, a parte, privarsi di un titolare, perché in nerazzurro ce ne sono tre teoricamente a pari merito per le due fasce, sarebbe una mossa intelligente?

HATEBOER VS CASTAGNE: ERRORE. L’errore c’è, o meglio ci sarebbe, e si vede pure. Perché è vero che il belga sta racimolando meno chances, anche a causa dell’esplosione di Gosens, una plusvalenza attualmente più ghiotta della sua – con corte spietata da Premier League e Bundesliga – che attualmente gli sbarra la strada sull’altro lato. Lui sì, innanzitutto, che è in grado di giocarci, a differenza dell’olandese. Né il tedesco di padre tulipano, un tutto-sinistro che funge ormai da bomber aggiunto, essendo già salito sull’ottovolante dall’estate scorsa a marzo, è adattabile a piede invertito. Castagne le ha tolte dal fuoco diverse volte nella storia recente dell’epopea gasperinana: ad esempio, in due quarti di altrettanti edizioni consecutive di Coppa Italia, a Napoli da apripista e idem in casa contro la Juventus nel tris secco sulla ruota di Bergamo il 30 gennaio di un anno fa. Guarda caso l’identica incombenza capitatagli, con un taglio a menadito, l’11 dicembre scorso nello stesso score a Kharkiv contro lo Shaktar.

CASTAGNE E HATEBOER, DUALISMO UTILE? La prodezza del vallone, nazionale pressoché fisso dei Diavoli Rossi del ct Roberto Martinez, che praticano il calcio più bello, dinamico e divertente del Vecchio Continente, in quel caso ha coinciso col vero inizio dei sogni di gloria in Champions League della Dea. Senza contare il merito del punticino acciuffato nell’esilio di Parma contro la Fiorentina, in campionato, il 22 settembre precedente, per un 2-2 al fotofinish da cardiopalma. Certo, Hans, classe 1994 (il rivale è un ’95) ha ipotecato col Valencia, nella partita-mito del 19 febbraio a San Siro, un retour match senza affanni, sulle ali di una prestazione fisicamente debordante e tatticamente ineccepibile, da muraglia semovente che buca da sola mezza difesa nemica.

CASTAGNE IN CIFRE. E le cifre fin qui lo premiano: 29 presenze di cui 20 in A e 1 nella coccarda, contro le 17 (12 in A, 5 in Europa) condite da 2 gol, comunque preziosissimi e comunque al pari del rivale interno sul fronte esterno a pendolo, di Timothy. Il primo, quello garantito fino a giugno 2022, dal gennaio 2017 a oggi, dal suo arrivo dal Groningen, ha scritto 121 con 8 palloni nel sacco. Il secondo, dal Genk con furore l’estate dopo, 80 e 8. Ha un gioco meno fisico, ma è più tecnico e duttile. E poi il quarto di reparto è Lennart Czyborra, l’autista e coinquilino di Robin dall’Alto Reno, lui sì una riserva e nulla più. Cedere Castagne? Un errore. Se si vuole rimanere in alto, indebolire una zona nevralgica sarebbe sbagliatissimo.

34 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
34 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Atalantao
Atalantao
4 mesi fa

credo che il vero motivo per cui Castagne non giochi è perché non vuole rinnovare per essere ceduto; Gasperini preferisce puntare su chi crede nel progetto, non su chi punta a staccare un assegno più ricco; anche con Gagliardini fu lo stesso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Non andrebbe venduto è un gran bel giocatore da sempre tutto poi dove lo metti gioca benissimo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Sono d accordo con lui quando ha giocato a sempre fatto il suo e anche di più

Fabio
Fabio
4 mesi fa

Non so se sia Castagne a volersene andare , se non è così , io lo terrei assolutamente , è un ottimo giocatore .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

SICURAMENTE SIIIIII CASTAGNE DEVE RIMANERE COME TUTTI GLI ALTRI …..NON ABBIAMO BISOGNO DI NESSUNO ….SIAMO UNA SQUADRA GIA’ FORTE COSI !!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Un giocatore l’Atalanta deve vendere per poi prendere uno più giivabe da crescere. Abbiamk Czborra (o come si scrive) e Bellanova dietro… Quindi abbastanza coperti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

…anche a me piacciono tutti…..Hateboer però non si discute…..forse meno efficace in fase difensiva, ma inserimenti e cross sono migliori di quelli di Castagne….(parere mio, ovviamente…)

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Non è da vendere….. A contribuito come tutti ad essere li ancora tra le prime 4 del campionato….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Ssincerame se devo vendere 1 esterno venderei hatebor.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Non abbiamo bisogno di vendere nessuno, solo se non vogliono rimanere…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Sinceramente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Nessuno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Non si toccano

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Vanno tenuti tutti e due…con Gosens.Se l’Atalanta acquista Ansaldi sistema gli esterni e non ci pensiamo più…🖤💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Concordo non bisogna venderlo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Se ne andrà,non lo vede più e quindi rischia pure la nazionale!🇹🇩❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

No.. Ma se lui vuole andare per trovare più spazio, ne ha il diritto… Dispiace perché è un ottimo giocatore…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Lui vuole essere titolare,non vogliono cederlo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Tutta la vita Castagne…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Se riprende il campionato a metà giugno,Castagne sarà il + in forma di tutti, (è il + leggero e fra i + veloci),io non lo venderei o almeno solo CASH ma tanti tanti €

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Perché il gol allo shaktar…..chi lo ha segnato…….

Daniele
Daniele
4 mesi fa

Concordo con quanto scritto.
Direi pure che castagne ha il piede più gentile di Hateboer. Non dimentichiamo che è anche molto giovane – più di Hateboer e Gosens – e l’età media della squadra si sta pericolosamente alzando.
Quindi sarebbe da tenere.
Il problema è che è in scadenza contratto.
Ma un tentativo forte va fatto per trattenerlo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Castagne quando tutto ripartirà sarà la rivelazione!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

ma neanche morto…. Timoteo è straforte

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Io lo terrei, rispetto da Hans é solo meno fisico ma ha miglior tecnica, tempi di inserimento e cross. Cmq ultimamente aveva giocato poco per problemi fisici ed ora che riprende il campionato farà vedere a tutti quanto può essere importante nella nostra rosa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Castagne è meglio di Hateboer inoltre è cresciuto molto molto di più

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Forse perché ai calciatori piace giocare? !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Ma a voi che scrivete che non va venduto non riuscite a capire che se il giocatore non rinnova la cosa naturale è cederlo per non perderlo a 0 euro?? Certe volte io non capisco come non ci arrivi la gente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Io porterei su qualche primavera! È un Po di tempo che non ne salgono di terzini

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Bisogna confermare l’intera squadra

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Io Castagne non lo cederei mai

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Purtroppo è lui che vuole andare via

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

È Castagne che non vuole rinnovare il contratto …

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Vanno tenuto entrambi ed alternati.

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il primo abbonamento in nord E c'era lui Gusto Capello lungo e corsa da cavallo"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Anche io ho cominciato a seguire la dea in coppa delle coppe e da allora nn ho più smesso di seguirla nonostante le bufere di calcioscommesse. Mondo..."
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Ciao mister sono ambo amboni francesco mi hai allenato a Verdello in Eccellenza ti ricordi sei grande un abbraccio"
bonacina

Valter Bonacina

Ultimo commento: "Un vero tifoso della Dea sa perfettamente che si chiama "V"alter !!!"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti