Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

I conti tornano (e sorridono) a patron Percassi

percassi atalanta

Quattro utili di fila, un bilancio da far invidia ai più grandi club italiani ed europei, ecco tutti i numeri della società orobica con il presidente Antonio Percassi alla guida

Non poteva festeggiare meglio di così patron Antonio Percassi i suoi 10 anni alla guida dell’Atalanta. Il bilancio gli sorride perché, al 31 dicembre 2019, sono 26,5 i milioni di profitto. Un bel gruzzoletto, come analizza La Gazzetta dello Sport oggi nel suo inserto speciale dedicato alla ripartenza bergamasca. Per la partecipazione ai gironi della prima Champions League, sono stati contabilizzati una trentina di milioni e il fatturato è subito schizzato alla cifra record di 149,9 milioni al netto delle plusvalenza da cessione calciatori (nel 2018 erano 131,5).

RICAVI. I ricavi netti dell’Atalanta ammontano a 136 milioni rispetto ai ‘soli’ 87 del 2018. Non solo, i ricavi da gare sono saliti da 8 a 13,5 milioni, di cui 4 dalle tre partite a San Siro. Grazie ai premi Uefa, è stato boom dei diritti tv: da 53,9 a 83,8 milioni. Da quando il presidente è tornato, dopo la parentesi degli anni Novanta, alla guida della società, il calciomercato ha fruttato ben 290 milioni, partendo dal secondo semestre del 2010, 8,4 milioni, arrivando ai 64,5 del 2017, ai 68,9 del 2018 e ai 52,2 del 2019. Inoltre la sua Dea è reduce da quattro esercizi di fila in utile per 77 milioni di profitti con la vendita di talenti.

INVESTIMENTI. La grande lungimiranza del tifoso numero 1 della Dea infatti farà in modo che, il prossimo 31 dicembre 2020, verranno conteggiate le numerosi operazioni concluse nel pre Covid: i 35 milioni di Kulusevski, più 9 di bonus, e i 13 (più 8 di bonus) di riscatto di Mancini dalla Roma. Ma sono altissimi anche gli investimenti fatti: 130 milioni, 70 per il potenziamento della rosa negli ultimi due anni, oltre 40 per il rinnovato Gewiss Stadium e venti per il centro di Zingonia.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News