Resta in contatto

News

Addio a Pierino Prati, eroe del Milan e della Nazionale

Dopo l’interista Mario Corso se ne va anche Pierino Prati, bandiera della sponda opposta dei Navigli del pallone: giocò anche nella Roma, campione europeo in Nazionale

Un altro grande del calcio del passato, quello degli anni sessanta del boom e dei settanta del bel gioco, ci ha lasciati. Dopo l’interista per eccellenza Mario Corso, se n’è andato anche Pierino Prati, uno dei simboli del Milan campione d’Italia (1968) e d’Europa (1969, 4-1 all’Ajax con la sua tripletta) per un totale di 102 reti rossonere segnate. In campo, da attaccante, ala sinistra si diceva allora, numero 11 sulle spalle, pur chiuso in Nazionale da Gigi Riva il nativo di Cinisello Balsamo (12 dicembre 1946) si tolse la soddisfazione di fregiarsi degli Europei di Roma del sessantotto divenendo poi da riserva vicecampione del mondo a Messico 1970.

ADDIO A PRATI, EROE DEL MILAN. Prati è spirato in serata a Catania dopo una lunga malattia. Nelle squadre di club giocò anche con Savona, a inizio e fine carriera, Salernitana, Roma, Fiorentina e Rochester Lancers. Nel palmarès personale, uno scudetto, 2 Coppe Italia, 2 Coppe delle Coppe, 1 Coppa dei Campioni e 1 Coppa Intercontinentale. Da allenatore fu invece sulle panchine di Lecco, Solbiatese, Sporting Bellinzago e Pro Patria.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News