Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Atalanta-Lazio, le pagelle nerazzurre

La difesa nerazzurra sbanda in avvio sotto la pressione degli attaccanti dei mister Inzaghi. Malinovskyi intraprendente, Zapata troppo impreciso come il connazionale Muriel

Dopo il poker rifilato al Sassuolo, l’Atalanta supera anche la Lazio per 3-2 grazie a una bella rimonta che porta la firma di Robins GosensRuslan Malinovskyi in versione rullo compressore e José Palomino che dopo un avvio di gara davvero stentato firma il gol del sorpasso.Questi i nostri voti al termine del match:

Gollini 6: incolpevole sui gol subiti, limita i danni con una bella parata su Correa al 35′ del primo tempo.

Toloi 5.5: non sarebbe stata una serata facile per la retroguardia nerazzurra  e questo si sapeva, ma il difensore brasiliano (in collaborazione con Freuler) complica ulteriormente le cose regalando a Milinkovic-Savic la palla del momentaneo 2-1.

Palomino 6: sbaglia i tempi dell’uscita in occasione del vantaggio della Lazio e più in generale è apparso in grande difficoltà contro la velocità di Immobile che non segna, ma è una minaccia costante anche solo coi suoi movimenti. La sufficienza è merito soprattuto del gol messo a segno che decide il match.

Djimsiti 6: Milinkovic-Savic pare in serata di grazia e lui tira un sospiro di sollievo quando Gritti gli cambia posizione nella difesa a tre. Meglio in area avversaria che nella propria, ma mezzo punto in più per la chiusura su Immobile lanciato a rete nella ripresa lo merita

Hateboer 5.5: l’errore che fa ripartire la Lazio in occasione del raddoppio è da matita blu, ma si riscatta – in parte – col cross per Gosens che permette alla Dea di accorciare le distanze.

Freuler 6: complice insieme a Toloi nel raddoppio della Lazio, ma al di là del singolo episodio, lo svizzero non sembra essere incappato nella sua serata  migliore. È comunque prezioso nella gestione del pallone nei minuti finali.

De Roon 5.5: la Lazio, evidentemente, non gli porta bene. All’andata causò un rigore ingenuo, questa sera firma un maldestro autogol, dopo appena 5 minuti, che indirizza il match dell’Atalanta nel verso peggiore. Va meglio nella ripresa quando tutta la squadra alza il baricentro.

Gosens 6: perde la sfida in velocità con Lazzari, ma il gol (l’ottavo in campionato, stampato proprio in faccia all’ex Spal) è un capolavoro di coordinazione e potenza (23′ st Castagne 5: il belga sembra decisamente lontano dal giocatore ammirato fino a qualche mese fa, vuoi per le molte voci di mercato, vuoi per una forma che non può essere delle migliori).

Malinovskyi 7: che il ragazzo abbia personalità è assodato e lo dimostra anche questa sera. Con i suoi inserimenti crea sempre superiorità e il gol del pareggio è un pezzo di bravura (32′ Ilicic 6: gioca comprensibilmente con un po’ di “braccino” ma il suo ingresso dà una scossa alla gara).

Gomez 6.5: il capitano dà l’esempio e prova a trascinare i suoi fino alla fine. Manca il lampo di classe (anche perché Strakosha lo stoppa nel finale), ma con le sue accelerazioni risulta essere un fattore importante in termini di imprevedibilità.

Zapata 5.5: commette due errori davanti alla porta che da lui non ti aspetti proprio. Il duello con Acerbi è avvincente, ma purtroppo per i nerazzurri, la spunta il difensore dei capitolini (24′ st Muriel 5: all’andata realizzò una doppietta, questa sera si segnala per due buone occasioni non sfruttate nel finale).

Gritti 6: l’Atalanta è così, entusiasma e rischia. Col Sassuolo è andata di lusso, stasera è stato tutto molto più complicato, ma le attenuanti generiche, in questo momento della stagione, sono tante.

53 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

53 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche