Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Di Natale (TuttoJuve.com): “Scudetto Atalanta? Difficile. Ma se sabato…”

di natale

L’opinionista, che segue da vicino le vicende della formazione allenata da Maurizio Sarri, ci descrive l’aria che tira in casa bianconera

Juventus-Atalanta è ormai la sfida che tutti attendono. La Dea, reduce da undici affermazione consecutive, cercherà di riaprire il discorso scudetto fermando la squadra guidata da Maurizio Sarri. Con Mirko Di Natale, firma di TuttoJuve.com, proviamo a capire come è la situazione in casa della Vecchia Signora.

Di Natale, in molti credono che l’Atalanta possa ancora contendere il Tricolore alla Juventus. E’ un’affermazione azzardata?
“Non credo qualora la Dea dovesse fare il colpaccio a Torino perché andrebbe a ridurre il gap a 6 punti. Avrebbe tutte le aspirazioni di sognare uno scudetto impensabile fino a qualche settimana fa. In caso di pareggio o sconfitta le possibilità si ridurrebbero. L’Atalanta verrà a fare la classica partita, cercando di imporre il proprio gioco e credo che per la Juventus sarà il duello più difficile. E lo dico anche al netto del rocambolesco ko di San Siro. Questa sarà la gara spartiacque”.

Quanto timore c’è nell’affrontare una squadra reduce da undici vittorie consecutive?
“Credo che il piglio sarà quello di sempre, senza tener conto dei recenti risultati di entrambe. La Juventus vorrà dar seguito a quelle che sono state fin qui le belle prestazioni in campionato dove finalmente si è vista un po’ la mano di Sarri e soprattutto ai primi 60 minuti contro il Milan in cui ha mostrato buone trame di gioco, verticalizzazioni veloci e via dicendo. Gara da tripla e non può essere altrimenti, ma, a mio avviso, sarà giocata a viso aperto e vedremo una prima frazione di gioco in cui entrambe proveranno a indirizzare la partita. Non credo a tatticismi o a due squadre che si contenderanno i tre punti nella ripresa”.

Quali potrebbero essere le contromosse di Sarri?
“Dybala e De Ligt, salvo clamorosi colpi di scena, ci saranno. Poi ci sarà continuità nell’assetto tattico visto da Bologna in poi, cioè quel 4-3-3 con Bernardeschi che garantisce maggiore equilibrio in fase offensiva rispetto a Douglas Costa, cioè che Rabiot sta attraversando un ottimo momento di forma e penso che a sinistra potrebbe ripresentare Danilo anziché Alex Sandro che potrebbe subentrare a gara in corso. Prevedo uno schieramento simile a quello visto contro il Milan”.

Quindi, Di Natale, quale sarebbe la formazione anti-Atalanta?
“Tenendo fede a quanto detto prima, credo che vedremo: Szczesny in porta; Cuadrado a destra, Danilo a sinistra con Bonucci e De Ligt coppia centrale; mediana composta da Pjanic, Bentancourt e Rabiot; mentre in attacco c’è il ballottaggio fra Bernardeschi e Douglas Costa, con l’azzurro favorito, nel tridente con Ronaldo e Dybala”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Grande Marino, ti ammiro tantissimo , non solo come giocatore, ma anche come persona. Osvaldo G."
valter bonacina

Valter Bonacina

Ultimo commento: "Un vero tifoso della Dea sa perfettamente che si chiama "V"alter !!!"
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Un grande, al momento con un po di anni in meno sarebbe ideale per la DEA"

Zampagna contro il calcio moderno: “Troppo veloce, poco talento”

Ultimo commento: "Ma come poco talento?!?!?!?"

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Il calcio,commentava in modo giocoso sorriso sempre in viso"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche