Resta in contatto

News

Primo posticipo di A: la Spal di Petagna sempre più giù, respira l’Udinese

petagna

Punti salvezza per l’Udinese in casa dell’asfittica Spal di Petagna, ormai quasi condannata all’inevitabile retrocessione: meno 9 dalla quartultima

Tre lampi in casa della derelitta Spal dell’ex nerazzurro Andrea Petagna, sempre più ultima a quota 19, e anche per le Zebrette, a meno 7 dal gong, l’obiettivo sembra raggiunto. Un grande Rodrigo De Paul, presunto obiettivo di mercato (il classico appioppato) dell’Atalanta, aprendo le danze e guidando con tutta la sua leadership l’Udinese, l’aiuta a respirare aria di salvezza (35 punti, +9 sul Genoa terzultimo) e a raggiungere la Fiorentina al tredicesimo posto.

POSTICIPO : SPAL E PETAGNA KO. Nel primo dei due posticipi della dodicesima giornata di ritorno della serie A, dunque, al “Paolo Mazza” c’è stata ben poca storia. Apre proprio l’argentino al 18′, insaccando di potenza dopo la corta respinta di Bonifazi sul cross da destra di Stryger Larsen. Al 35′ lo stesso De Paul innesca la ripartenza e sgancia dal limite: il difensore spallino stavolta serve maldestramente l’assist di schiena a Okaka che raddoppia. Nella ripresa, al 36′, infine, Fofana trova Lasagna che aggira il portiere Letica depositando il tris nel sacco.

SPAL, SERIE B VICINISSIMA. Con 2 punti da recuperare sul Brescia penultimo e la zona salvezza 9 lunghezze più sopra (il Lecce, quartultimo, è a 28), Petagna (sostituito all’83’ da Cerri) e compagni stanno ormai inesorabilmente scivolando verso la retrocessione in cadetteria. Qualcosina hanno pure combinato: nella prima metà un sinistro centrale del triestino (28′), autore poi di un’apertura per Jacopo Sala (giovanili Atalanta) che si fa ipnotizzare da Musso (44′); al rientro dal tunnel, all’ottavo Valdifiori vede il numero 37, che si gira sparando alto, mentre al decimo Murgia e Sala sbagliano mira di poco. Tra gli altri ex nerazzurri, 72 minuti per Marco D’Alessandro e il resto al suo staffettista Arkadiusz Reca (cartellino tuttora di Zingonia).

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News