Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Parma-Atalanta, le pagelle nerazzurre: Gomez la ribalta

Occasione guadagnata dalla banda di Gasperini per riprendersi il secondo posto, la sua Dea gioca una brutta gara e riesce a vincere in rimonta

 

Gollini 6,5: salva il risultato su Gagliolo, sempre pronto nonostante gli attacchi continui del Parma, si lamenta con i suoi quando non intuiscono i suoi passaggi in avanti. I suoi non riescono a fermare Gervinho e lui non può nulla nell’1 contro 1 con Kulusevski. Poi chiude con i piedi lo stesso ex nerazzurro impedendogli il raddoppio.

Sutalo 5,5: si muove alle spalle di Gagliolo e marca Gervinho ma si fa ammonire subito, per cui mister Gasp lo sposta ma la situazione peggiora: ipnotizzato da Gervinho, gli apre la strada al gol.

(dal 1′ st Djimsiti 6: chiude in maniera ottimale nelle retrovie).

Caldara 5: si spinge in avanti, chiude su Caprari ma non fa lo stesso su Gervinho, che lo dribbla verso la porta.

(16′ st Muriel 6,5: appena entra la partita cambia volto, lancia diversi diagonali ma sempre fuori bersaglio. Continua ad attaccare e lanciare la squadra in profondità).

Palomino 5,5: il minimo indispensabile, condizionato dall’infortunio muscolare che l’ha tenuto sotto scacco nelle ultime settimane.

(Dal 36′ pt Hateboer 6: entra in piena gara ma è disorientato e si perde Caprari. Nel finale salva sulla linea un gol praticamente fatto).

Castagne 6,5: aiuta non poco Gollini a difendere la porta, poi prende una schienata che lo carica in avanti ma si fa trovare in fuorigioco. Utilissimo in fase di copertura quando il Parma cerca il raddoppio.

de Roon 6: ferma Kulusevski commettendo fallo, fa il suo ma è sotto quota. Blocca comunque diversi tiri in porta nel finale.

Freuler 6: guadagna importanti punizioni, ma poi si fa sfuggire Gervinho nell’azione che porta al gol. Fa il suo compitino da 6 politico.

Gosens 6,5: i suoi tiri sono troppo alti e imprecisi, ma almeno ci prova. Poi si mette a fare il terzo difensore e si sacrifica per la causa.

Pasalic 5,5: in marcatura sulla trequarti, manca nell’inserimento, è un lontano parente del jolly di Gasperini e sbaglia troppo spesso a ripartire.

(Dal 1′ st Malinovskyi 6,5: è lui a piazzare la solita bomba da fuori per il suo ottavo centro in campionato. L’uomo dei gol pesanti, soprattutto in questa seconda parte di stagione).

Gomez 7,5: all’inizio è sotto tono, si vede solo in qualche imbucata ma è spesso fuori misura, poi però guadagna la punizione dai 16 metri che permette alla Dea di pareggiare una gara ostica. In chiusura sul contropiede del Parma, mantiene il risultato invariato ma vuole la vittoria, per cui parte in velocità, fa il tunnel a Kurtic e la piazza sul secondo palo.

(Dal 39′ st Tameze: sv).

Zapata 5,5: gli manca sempre l’ultimo passaggio e il tocco vincente sotto porta, perde palla sulla mediana, non fa mai paura a Sepe.

All. Gasperini 6: la sua Dea gioca al rallentatore e soccombe alla pressione del Parma, i migliori entrano sempre nel secondo tempo.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche