Resta in contatto

News

Champions: la terza semifinalista è il Bayern, Barcellona sotto l’ottovolante

Botta e risposta allo start, poi un palo blaugrana e Ivan Perisic la rimette avanti: niente scampo per il Barcellona, che perde 8-2 con un’imbarcata storica

8-2, tanto per dire chi è la favorita per alzare la coppa dalle grandi orecchie il 23 agosto. Dopo PSG e RB Lipsia, che si giocheranno l’accesso all’atto conclusivo al “Da Luz” martedì 18 agosto, è il Bayern Monaco la terza semifinalista di Champions League. Nel terzo incontro della Final Eight a Lisbona, nello stadio del Benfica, il Barcellona s’è spento sull’1-1 dopo aver colto il legno con Busquets, subendo un’umiliazione senza precedenti. Il nuovo vantaggio di Ivan Perisic ha fatto da spartiacque. Doppiette di Müller e Coutinho, il 19 c’è la vincente di Manchester City-Lione di Ferragosto al “José Alvalade”.

BOTTA, RISPOSTA E SOLO BAYERN. I bavaresi, grigi soltanto nella divisa, s’illudono per pochissimo che sarà subito in discesa: poker di lancetta dal kick off, Müller arriva da fuori area a rimorchio di Goretzka, ottiene il passaggio di ritorno da Lewandowski e insacca allargando il sinistro. Al settebello, però, Alaba infila in spaccata sotto la traversa per anticipare il solitario Suarez sulla palla di Jordi Alba, lanciato da Lenglet. Tra 9′ e 10′, la riprova della difesa molliccia di Flick: Neuer deve murare l’uruguagio smarcato da Semedo, poi il cross di Messi da destra (primo pallone giocabile da lì) sugli sviluppi di un corner sfiora appena Busquets centrando il palo. Nessun esito per lo slalom della Pulga santefesina al ventesimo.

IL BAYERN DA PERISIC IN POI. L’ex interista approfitta del borseggio di Gnabry a Sergi per riportare avanti i suoi col diagonale sinistro. Poi l’aletta, al ventunesimo centro d’annata, si prende la scena inserendosi irresistibilmente sullo scavetto delizioso di Goretzka (28′). Un tris cronometrico e l’apripista concede il bis allungando la zampata sul cross di Kimmich poco prima del fondo. Il Pistolero non accorcia alle soglie della pausa. Che ripresa aspettarsi, sul 4-1?

RIPRESA: SUAREZ PISTOLERO, MA… All’ottavo il centravanti polacco fa cinquina, ma sul passaggio del doppiettista della serata c’è l’offside. Così al 12′ Suarez, controllo e sinistro rasoterra perfetto sull’asse lungo Messi-Alba evitando Boateng, può riaprire almeno le speranze. Non è proprio il caso. Sei minutini e un favoloso slalom di Davies da mancina semina tutta la difesa consentendo a Kimmich di sigillare la pratica davanti all’area piccola. Al 23′ la new entry Coman si vede alzare in angolo la stoccata da Jordi Alba; a ruota, no di Ter Stegen a Gnabry che lascia il campo dopo un po’. A nulla vale l’assolo di Messi (32′) bloccato dal portiere della nazionale tedesca, preludio all’ultima accelerata bavaese. Lewandowski segna il gol numero 54 in stagione incornando il pallone dal fondo di Coutinho sul la di Müller (il Var italiano dice sì) e quindi imbecca soffiando la sfera a Messi la corsa verso il 7-2 in caduta del medesimo. Il brasiliano fa il bis all’89’ facendo salire i suoi sull’ottovolante, di sinistro, su sponda di Hernandez.

IL TABELLINO: BARCELLONA-BAYERN 2-8 (1-4). BARCELLONA (4-3-1-2): Ter Stegen; Semedo, Piqué, Lenglet, Jordi Alba; Sergi Roberto (1′ st Griezmann), Busquets (25′ st Fati), De Jong; Vidal; Messi, Suárez. All.: Quique Setién. BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Boateng (30′ st Sule), Alaba, Davies (39′ st Tolisso); Thiago Alcántara, Goretzka (39′ st Lucas Hernandez); Gnabry (30′ st Coutinho), Müller, Perisic (22′ st Coman); Lewandowski. All.: Hans-Dieter Flick. Arbitro: Damir Skomina (Slovenia; Var Irrati e Guida). RETI: 4′ pt Müller (BM), 7′ pt aut. Alaba (BA), 21′ pt Perisic (BM), 28′ pt Gnabry (BM), 31′ pt Müller (BM), 12′ st Suarez (B), 18′ st Kimmich (BM), 37′ st Lewandowski (BM), 40′ e 44′ st Coutinho (BM).

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

e pensare che il tecnico del Barca Sig. Setien aveva detto che la Dea era di una pochezza tecnica. Si è visto stasera la tecnica che lui insegna hai suoi giocatori. Morale : prima di parlare della tecnica degli altri Sig. Setien, ci pensi 8 OTTO volte😱🤗🤗. Grazie Dea🖤💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

E poi criticano noi dicendo che non siamo stati al ‘altezza contro il PSG… Infatti ha tremato e si sono 💩addosso fino 89… Barcellona e dico Barcellona di messi 8 p🍐🍐🍐🍐🍐🍐🍐🍐

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

è stata molto più combattuta e divertente Perugia-Pescara 😉

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Che bel cap otto🤣🤣🤣🤣come sono contenta 🖤💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

squadre italiane e spagnole sfavorite dal campionato giocato al caldo e finito pochi gg fa

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il primo abbonamento in nord E c'era lui Gusto Capello lungo e corsa da cavallo"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Anche io ho cominciato a seguire la dea in coppa delle coppe e da allora nn ho più smesso di seguirla nonostante le bufere di calcioscommesse. Mondo..."
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Ciao mister sono ambo amboni francesco mi hai allenato a Verdello in Eccellenza ti ricordi sei grande un abbraccio"
bonacina

Valter Bonacina

Ultimo commento: "Un vero tifoso della Dea sa perfettamente che si chiama "V"alter !!!"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News