Resta in contatto

Calciomercato

Per un’Atalanta migliore potrebbero servire cessioni (ma non è detto)

atalanta

Per provare a crescere ulteriormente sono possibili due strade: tentare di sostituire qualche elemento con uno di fascia più alta o investire su un paio di titolari

Ora che la stagione si è conclusa, proviamo ad analizzare quali scenari possono aprirsi nelle prossime settimane, ovviamente con la speranza di vedere un’Atalanta ancor più competitiva. Dalla Champions è arrivato un bel gruzzoletto, ma come investirlo? Come consegnare a Gian Piero Gasperini un organico più forte? Le strade possono essere due, anzi tre.

SOLUZIONE 1: UN PAIO DI BIG. La prima, anche se a nostro avviso poco percorribile e lontana dal pensiero Atalanta, è quella di sostituire un paio di pedine con altrettante di fascia più alta (per intenderci se si vende Gosens, se ne va a prendere uno più forte, non uno di prospettiva): questa soluzione richiederebbe investimenti magari da 40 o 50 milioni per un singolo giocatore, per cui preferiamo accantonarla.

SOLUZIONE 2: UN PAIO DI TITOLARI. La seconda è quella di provare a incrementare numericamente il pacchetto dei titolari: nessuna cessione, come dichiarato da Percassi nei giorni scorsi, ma l’inserimento di un paio elementi il cui costo del cartellino non superi i 15-20 milioni bonus compresi. In tempi normali, questa potrebbe essere la strada più percorribile, ma le incognite in casa Atalanta portano a un terzo percorso.

SOLUZIONE 3: UN MIX. In casa Atalanta regna entusiasmo per i risultati ottenuti, ma ci sono alcune situazioni che devono essere attentamente valutate e che si riflettono sul calciomercato (Gollini, Ilicic, Sportiello e via dicendo). Per cui è più probabile che si propenda, ove possibile, per l’ingaggio di un big (per esempio un difensore) e almeno un elemento nel pacchetto avanzato.

IN PORTA. La tegola Gollini proprio non ci voleva. Senza il suo infortunio, tutte le risorse economiche sarebbero state riposte in altre aree, ma il suo stop cambia i piani. Sicuramente l’estremo difensore salterà le prime settimane di lavoro e di partite, ma l’Atalanta vuole partire con certezze e non scommesse. Se Sportiello accettasse di rimanere, il tutto sarebbe risolvibile celermente, ma il numero 57 ha chiesto di poter essere ceduto per fare il titolare. Per cui servirà un nome di peso e una soluzione potrebbe essere quella di Perin, che partirebbe titolare e poi si giocherebbe il posto con Gollini. Da definire però la formula, perché l’Atalanta sicuramente non vorrebbe prelevarlo a titolo definitivo.

IN DIFESA. In difesa è necessario un ritocco e il nome buono potrebbe essere quello di Izzo, un giocatore che Gasperini conosce molto bene dai tempi del Genoa. Da vincere c’è però la resistenza del Torino, che non lo lascerà partire per meno di 15 milioni. E qui è necessario capire quanto la dirigenza nerazzurra voglia investire avendo già Toloi, Caldara, Palomino, Djimsiti e Sutalo.

SULLE ALI. Qui potrebbe arrivare un sacrificio. Gosens ha richieste, ma nessuno (almeno per ora) ha messo sul piatto la cifra richiesta dall’Atalanta (30 milioni) per cui lo diamo per confermato. Castagne invece continua invece ad alzare le pretese per il rinnovo e sui di lui insistono in Premier (Tottenham) e Bundesliga (Hertha Berlino), per cui è molto probabile che il belga sia sacrificato e parte della somma venga investita per Vojvoda dello Standard Liegi (un affare che in Kosovo danno in dirittura d’arrivo), mentre a sinistra potrebbe arrivare anche Ansaldi, altro giocatore molto stimato da Gasp, con Czyborra ceduto in prestito.

IN MEZZO. Qui c’è poco da dire e fare. De Roon e Freuler non si muoveranno, Pasalic è appena stato riscattato e resta da capire chi sarà il quarto centrocampista. Il rientrante Pessina? Oppure ci sarà un’altra operazione alla Tameze pescando un giocatore in prestito? Ad oggi più probabile quest’ultima, con il monzese sacrificato sul mercato.

IN AVANTI. In attacco regnano le incognite. La prima si chiama Ilicic. Tornerà? Non tornerà? Come tornerà? Le risposte date dalla società fanno ben sperare, ma il dubbio rimane. Motivo per cui, per competere ad alti livelli, serve un innesto e subito. La scelta è ricaduta su Thauvin del Marsiglia, che ha rifiutato il rinnovo del contratto con scadenza 2021. I francesi, che non vogliono perderlo a parametro zero, potrebbero accontentarsi di 10-12 milioni, con l’Atalanta che si aggiudicherebbe un giocatore di indiscusso valore. Gli altri nomi di Taison, Solomon e Boga sono sempre lì ma non convincono appieno: i due dello Shakhtar richiedono operazioni molto onerose, mentre il neroverde, oltre ad essere valutato troppo (40 milioni), rappresenterebbe un’incognita vista la nulla esperienza europea.

E LE CESSIONI? Ma attenzione alle cessioni: ci sono stati sondaggi esplorativi per Malinovskyi e Muriel che potrebbero essere sacrificati. Essendo entrambi reduci da un’ottima stagione e nel pieno della maturità, difficilmente vedranno lievitare ulteriormente il proprio valore (25 milioni per l’ucraino e 20 per il colombiano), pertanto, se i sondaggi dovessero trasformarsi in offerte di quel calibro, i due verrebbero sacrificati. Ma niente paura, perché a quel punto la somma verrebbe immediatamente reinvestita senza troppi patemi.

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Calciomercato