Resta in contatto

News

Europa League: Lukaku non basta all’Inter, vince il Siviglia (3-2)

Inter

Nerazzurri avanti col belga che si procura un rigore, poi un primo tempo a rincorsa e un secondo risolto da una rovesciata su palla inattiva

L’Inter si aggrappa a Romelu Lukaku (34 gol stagionali) per mettere il naso avanti, ma poi nella finale di Europa League a Colonia è costretta a rincorrere il Siviglia (sesta tra Coppa Uefa ed EL, record) e alla fine viene punita dall’assolo di un difesore. Al 3′ la possibile svolta: Diego Carlos trattiene da dietro il centravanti d’ebano lanciato in contropiede da Barella e Makkelie indica il dischetto, dal quale il belga è glaciale col piattone non spiazzante a rincorsa sincopata. Nove giri di lancetta, però, ed ecco il tuffo di testa di De Jong beffando l’imperfetto Handanovic sul suo palo a correzione del cross di Navas su apertura di Suso. La primissima e non gradita sorpresa è dietro l’angolo, anzi dietro uno schema da punizione.

PRIMO TEMPO: LUKAKU, 2 DE JONG E GODIN. Il botta e risposta di rigore e su azione (Godin disattento) ha un seguito nervosissimo. Al 16′ Barella si vede intercettare il tocco per il belga dal braccio dell’autore del fallo da rigore suscitando le proteste di Conte, che si accapiglia a distanza con Banega; un paio di minuti e D’Ambrosio alza in spaccata il tracciante di Young, mentre al 22′ Ocampos fa la barba al palo dal limite. L’argentino ex di turno, al 33′, imbecca il colpo di frusta dell’olandese direttamente da calcio di punizione: stavolta la parabola, con Gagliardini distratto, è dalla sinistra dell’area a scendere sul secondo legno. Per fortuna della Beneamata Godin svetta da par suo (35′) schiacciando nell’angolino il calcio franco di Brozovic. Al 1′ di recupero ci prova Ocampos in ascensore sul nuovo piazzato di Banega: Handa con la punta delle dita.

RIPRESA: LUKAKU, PORTA SBAGLIATA. Al rientro in campo, al settimo Carlos mura la rasoiata di seconda di Gagliardini liberata dalla precedente respinta difensiva su D’Ambrosio. Al raddoppio cronometrico Reguilon salta l’uruguaio del secondo pari scaricando il sinistro sull’esterno della rete; Young (14′) alza da fuori su azione d’angolo, idem (anzi, peggio) Ocampos a rientrare (16′) con Suso a dettare aperture e sovrapposizioni peraltro stucchevoli. Al ventesimo è Lukaku a sbagliare: Barella gli apre il corriodoio, Bono in uscita quasi al limite lo chiude col piede sinistro. Quindi, porte spalancate all’incredibile: punizione da destra di Banega (che se le promette con il tecnico dei meneghini), De Vrij rinvia corto in gioco aereo e Diego Carlos, fin lì il peggiore del pacchetto arretrato andaluso, indovina la rovesciata schiacciata che Romelu devia maldestramente nella propria porta col piede sbagliato. Conte si gioca il jolly Eriksen, ma sono le altre new entry Moses e Sanchez (37′) a sfiorare il pari su palla dentro di Young: Reguilon scivola, il cileno in estirada si vede sbucare Kundé sulla linea a portiere battuto. Al 1′ dei 6 minuti di recupero, Candreva gira a rete sul traversone di Moses, ma Bono protegge il palo.

SIVIGLIA-INTER 3-2 (2-2), IL TABELLINO. SIVIGLIA (4-3-3): Bono 7; Jesus Navas 7, Koundé 6,5, Diego Carlos 6 (41′ st Gudelj sv), Reguilón 6,5; Banega 7, Fernando 6, Jordán 6; Suso 6,5 (32′ st Vazquez 6), De Jong 7,5 (40′ st En-Nesyiri sv), Ocampos 5,5 (25′ st Munir 6). All.: Julen Lopetegui 6,5. INTER (3-5-2): Handanovic 5,5; Godin 6 (45′ st Candreva sv), De Vrij 6, Bastoni 6; D’Ambrosio 6,5 (33′ st Moses 5,5), Barella 6,5, Brozovic 6,5, Gagliardini 5 (33′ st Eriksen 5), Young 6; Lukaku 7, Lautaro 5,5 (33′ st Alexis Sanchez 5,5). All.: Antonio Conte 6. Arbitro: Danny Makkelie (Paesi Bassi) 6. RETI: 5′ pt rig. Lukaku (I), 12′ e 33′ pt De Jong (S), 35′ pt Godin (I), 29′ st Diego Carlos (S). Note: ammoniti Ocampos, Barella, Banega, Bastoni, Gagliardini per gioco scorretto, Conte (18′ pt) per proteste. Corner 2-2, recupero 1′ e 6′.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News