Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Miranchuk ha fretta: “Voglio dare una mano, tutti sono innamorati dell’Atalanta”

Il neo acquisto russo, contrabbandato per vice Ilicic, invita a non affrettare i giudizi: “Fa fede il campo, non amo definirmi”. E sottolinea: “Atalanta tra le più belle, innamorati di come gioca”

“Voglio ambientarmi subito per dare una mano alla squadra e mi piacerebbe essere giudicato per quello che faccio sul campo anziché definirmi come giocatore”. Alexey Miranchuk, appena ufficializzato, parte col piede giusto: umiltà e complimenti alla sua nuova realtà, direttamente dai canali ufficiali del club: “Tutti sono innamorati dell’Atalanta per il gioco offensivo che sa esprimere, un piacere da vedere. Per me è un sogno”.

MIRANCHUK E L’ATALANTA: “INNAMORATI”. Il mancino russo del ’95 proveniente dalla Lokomotiv Mosca non fa mistero dei perché della sua scelta: “L’Atalanta è una delle squadre migliori e più interessanti d’Europa: la conoscono tutti, non solo in Russia, e sono felice di farne parte – ha proseguito Miranchuk, detto Lyosha, che ha confermato il numero 59 che portava già a Mosca -. Voglio diventarne parte integrante per crescere e vincere titoli: l’ho seguita in Champions, dove è arrivata lontano”.

MIRANCHUK E IL RUOLO. Forse stufo di leggere nei suoi riguardi l’appellativo ingombrante di “vice Ilicic”, Aleksey glissa sull’argomento affidandosi alle mani del guru di casa a Zingonia: “Non amo definirmi come giocatore, penso sia mio dovere dare il meglio in campo e poi saranno gli altri a trarne i giudizi conseguenti. Il campionato italiano è pieno di top player e per me è il coronamento di un sogno”. Miranchuk fissa gli obiettivi salutando i tifosi in italiano: “Voglio seguire i consigli di mister Gasperini, che stimo molto ed è un grande allenatore, per dare una mano alla squadra. Bergamo mi piace molto, forza Atalanta!”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News