Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Il muro del Tifoso

Il Muro del Tifoso: ha ragione la Curva Nord, o per lo stadio vale il liberi tutti?

serie a

Il dibattito in rete si fa già accesissimo: “o tutti o nessuno”, come da striscione della Curva Nord, non sembra convincere una parte dei tifosi. Che vorrebbe il “liberi tutti”

“O tutti o nessuno”. Sulla riapertura parziale degli stadi al pubblico, vedi posizioni governative al riguardo, la Curva Nord dell’Atalanta s’è espressa con lo striscione di sabato mattina, un 19 settembre scelto simbolicamente a una settimana esatta dall’inizio ufficiale della nuova avventura a pelo d’erba: il 26, alle ore 15, via alle danze della stagione 2020-2021 nella tana del Torino. Ma l’appello della parte più calda del tifo nerazzurro alle orecchie di qualcuno, e non sembrano pochissimi a giudicare dalle diatribe sotto ogni post facebookiano sul tema, dev’essere suonato come un fastidioso diktat. Quella che appare una minoranza sembra orientata al “liberi tutti”, ovvero alla rivendicazione del libero arbitrio individuale: chi vorrà prestarsi al gioco delle autorità, all’insegna degli ormai famigerati mille per volta, sarà libero e padrone di farlo.

LA CURVA NORD: O TUTTI O NESSUNO. La posizione dei due-trecento che tirano le file del settore più identificativo e identitario del sostegno da stadio è netta e senza volontà di compromesso. Niente occhiolino strizzato a chi ha l’onere delle decisioni in un post lockdown ormai eterno, di cui non si intravvede la fine, stante la perdurante e asserita emergenza Coronavirus col distanziamento sociale tra i suoi corollari inevitabili. Mille per partita al Gewiss Stadium è un’imposizione dalla fattibilità intanto tutta da verificare, ma rifiutata per mezzo del doppio drappo di stoffa issato sulla recinzione da cantiere: “Capienza ridotta e posto assegnato, un’altra cazzata di un calcio malato”. Del resto, anche volendo rimanere in tema di abbonati, coi voucher per i rimborsi (per i 7 match a porte chiuse del 2019-2020) spendibili per eventi non ancora ufficialmente aperti al pubblico, quali e quanti e secondo quali criteri potranno essere tra i mille abilitati all’ingresso delle partite casalinghe?

LO STADIO E IL LIBERI TUTTI (PER MILLE). “Perché pensi di avere più diritto tu di entrare rispetto agli altri? Chi ti credi di essere?”, la sintesi – al netto di toni anche ben più accesi e bruschi – dell’obiezione più diffusa a chi vuole andare a vedersi l’Atalanta nonostante le restrizioni o almeno afferma che ci proverà a dispetto delle difficoltà e dei pronunciamenti della Curva Nord. I più, comunque, sono visibilmente a favore del contenuto dello striscione mattutino e della rivendicazione spiegata sulla pagina facebook ‘Sostieni la Curva’, il contenitore ufficiale della “Pisani”: “Verrà determinato un ingresso parziale del pubblico per le partite? A gran voce diciamo no grazie: o tutti o nessuno!!! Verrebbe a mancare totalmente quello spirito aggregativo e passionale che rappresenta la nostra curva, il nostro stadio, la nostra città. Non saremo parte di uno spettacolo desolante e di una gestione che tende a dividere invece di unire. All’Atalanta ci torneremo, ma tutti insieme”. Staremo a vedere. E voi, lettori di CalcioAtalanta, che per un biglietto fareste di tutti in tempi normali – no, quelli presenti non lo sono affatto -, da che parte state?

 

25 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Il muro del Tifoso