Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Crocifisso (Dir. Toro.it): “Settimana travagliata per il Torino”

crocifisso

La giornalista che segue da vicino le vicende dei granata, ci descrive come sta la formazione allenata da Marco Giampaolo in vista del match contro la Dea

Domani l’Atalanta farà il proprio debutto in campionato in casa del Torino (ore 15). In vista dell’esordio, riparte la nostra rubrica “Penna in trasferta” con Ivana Crocifisso, direttore di toro.it e corrispondente di Radio Sportiva.

Come sta il Torino? L’inizio non è stato proprio convincente.
“Diciamo che non si trova in un momento brillante. Al di là del ko di Firenze, è stata una settimana complicata perché con il caso di Covid, la squadra ha dovuto interrompere il normale percorso di avvicinamento. Ci sono state sedute individuali o a gruppetti come da protocollo e questo può aver influito sulla preparazione al match”.

Capitolo mercato, ci si aspettava di più?
“Per il momento è stata una sessione dai due volti. Diciamo che Vagnati ha coperto un po’ di falle nelle fasi iniziali, ma poi si è arrestato tutto andando alla ricerca di quel giocatore fondamentale per un allenatore come Giampaolo. Gli serve un play che non è arrivato, che sarebbe un innesto utile pur non risolvendo tutti i problemi. A mio avviso questo mercato finirà veramente nelle ultime due ore perché ci sono diverse situazioni da risolvere e un giudizio lo si darà solo alla fine”.

Certo che consegnare elementi a fine mercato a un tecnico come Giampaolo, può essere comunque tardivo.
“Sarebbe tardi anche se arrivassero domani. Rispetto a squadre impegnate anche ad agosto, il Torino ha avuto tempo per muoversi. Ora si insiste per Torreira, un giocatore che Giampaolo conosce bene e può accorciare i tempi di inserimento, così come è stato fatto anche per altri effettivi scelti proprio fra coloro che il nuovo tecnico aveva già allenato in passato”.

Si può giudicare ora il lavoro del nuovo tecnico?
“E’ un momento strano, in quanto, solitamente, la prima fase di un nuovo allenatore era sotto gli occhi di tutti. Quest’anno invece, anche per questioni legate al Covid, il Filadelfia è sempre blindato e abbiamo visto veramente pochissimo. Lui finora si è espresso con soddisfazione, ma Giampaolo è un tecnico che deve essere valutato su un periodo medio-lungo perché ha bisogno di tempo per far assimilare alla squadra le sue richieste”-

Come potrebbe schierarsi contro l’Atalanta?
“Rispetto a Firenze cambierà qualcosa sulle fasce. Al Franchi il Torino ha patito parecchio con Izzo adattato e Ansaldi che ha sofferto chiesa. Credo che una soluzione possa essere quella di vedere Ansaldi a destra e un ballottaggio Murru-Vojvoda a sinistra. Davanti tandem Zaza-Belotti, sulla trequarti uno fra Verdi e Berenguer, mentre in mezzo ci sarà ancora Rincon”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Genova, categoria esordienti, battuta la Lazio in finale e Dossena che non si presenta alla premiazione.... Che bei tempi Marino... Chissà se ricordi..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "idem!!! potrei averlo scritto io!"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "È stato un grande giocatore, versatile ed un ragazzo educato, corretto e sempre leader nel nostro spogliatoio...."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il primo abbonamento in nord E c'era lui Gusto Capello lungo e corsa da cavallo"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche