Resta in contatto

News

Tre serie di rigori col Rio Ave: il Milan ai gironi di Europa League

Milan

Partita davvero incredibile nel playoff secco di Europa League per l’accesso ai gironi: Calhanoglu a tempo scaduto fissa il 2-2 nei supplementari, poi tre serie di rigori

Tre serie di rigori, dopo quello di Calhanoglu allo scadere dei supplementari per acciuffare il 2-2 punendo l’insensato fallo di mano di di tal Borevkovic, e il Milan approda ai gironi di Europa League dopo aver battuto 11-10 (o, se vogliamo, 9-8) i padroni di casa del Rio Ave – già squadra del prestito brasiliano dell’Atalanta Joao Schmidt nella prima parte del 2018-2019 – allo Stadio Municipal dos Arcos. Portoghesi bravi ma ingenui, l’ex atalantino Simon Kjaer segna un tiro di rigore nella prima e nella terza serie in una partita incredibile. Il playoff in gara secca del primo giovedì di ottobre era il culmine di un percorso di qualificazione lungo tre partite in altrettante settimane, dalla vittoria a Dublino (2-0) contro lo Shamrock Rovers a quella a San Siro (3-2) col Bodo Glimt del neo innesto Hauge.

MILAN INEDITO COL RIO AVE. Daniel Maldini per la prima volta titolare in uno snodo cruciale in questo avvio di stagione: l’allenatore Stefano Pioli ha scherzato col fuoco e per poco non si bruciava. Sulla rimonta che pareva da ko, tra l’altro, erroraccio in disimpegno dell’altro ex nerazzurro Franck Kessie, col rimpallo favorevole allo “Tsunami angolano” Gelson Dala, lanciato da Carlos Mané all’inizio del primo tempo supplementare.

MILAN RIMONTATO, MA POI LA SFANGA. In vantaggio con una seconda palla infilata da Saelemaekers da corner conquistato da Brahim Diaz al 6′ della seconda frazione dei regolamentari, i rossoneri si sono fatti raggiungere sul gioco a tre Mané-Piazon-Geraldes a rimorchio venti giri di lancetta più tardi per poi sfiorare un paio di volte il 2-2 prima del penalty generosamente concesso dal nemico, con Bennacer alla fine del primo supplementare ed Hernandez al 10′ del secondo. Ma il destino attendeva il Diavolo nell’inferno dagli 11 metri, dove hanno tirato e sbagliato anche i rispettivi portieri…

Rio Ave – Milan 10-11 d.c.r. (0-0, 1-1; 2-1, 2-2)
RIO AVE (4-2-3-1): Kieszek; Ivo Pinto, Borevkovic, Santos, Nelson Monte; Tarantini (30′ st Jambor), Felipe Augusto; Piazon, Diego Lopes (20′ st Geraldes), Carlos Mané (4′ sts Gabrielzinho); Moreira (42′ st Gelson Dala). A disp.: Vieira, Pedro Amaral, André Pereira. All.: Mario Silva.
MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Hernández; Bennacer, Kessie (1′ sts Tonali); Castillejo (1′ st Brahim Diaz), Çalhanoğlu, Saelemaekers (5′ pts Colombo); D. Maldini (22′ st Leão). A disp.: Tatarusanu, Krunić, Laxalt. All.: Stefano Pioli.
Arbitro: Gil Manzano (Spagna).
RETI: 6′ st Saelemaekers (M); 26′ st Geraldes (R), 1′ pts Gelson Dala (R), 15’+3′ sts rig. Çalhanoğlu (M).
SEQUENZA DEI RIGORI: Bennacer (M) gol, Geraldes (R) gol, Kjaer (M) gol, Santos (R) gol, Hernandez (M) gol, Jambor (R) gol, B. Diaz (M) gol, Piazon (R) gol, Çalhanoğlu (M) gol, Felipe Augusto (R) gol; Calabria (M) gol, Gelson Dala (R) gol, Tonali (M) gol, Gabrielzinho (R) gol, Colombo (M) alto, Nelson Monte (R) doppio palo, Leao (M) gol, Ivo Pinto (R) gol, G. Donnarumma (M) alto, Kieszek (R) alto; Bennacer (M) parato, Geraldes (R) palo, Kjaer (M) gol, Santos (R) parato.
Note: ammoniti Borekvovic, Moreira, Santos, Hernandez, Felipe Augusto, Tarantini, Leao, Kjaer. Espulso Borevkovic al 17′ sts per somma di ammonizioni (fallo di mano).

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Sondaggio: Ilicic o Malinovskyi, chi vorreste davanti con Zapata?

Ultimo commento: "Sarei più propenso a rinunciare a Ilicic, nonostante lo ritenga un fuoriclasse, quando è in palla. ..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Il giocatore non si discute... classico profilo adatto alle nostre esigenze, potenzialità mai espresse a pieno. Boga, la Dea e Gasp... un mix..."
Atalanta

La difesa, Demiral, Gasperini. Di chi la responsabilità dell’eliminazione dalla Champions?

Ultimo commento: "A mio avviso la responsabilità si deve a tanti fattori, non uno o due.. all'inesperienza di Demiral e Musso in ambito Atalanta, e che non è poco....."
miranchuk

Cosa fare con Miranchuk? Ecco il risultato del sondaggio

Ultimo commento: "Esatto sono tutti allenatori e critici Giusto sostenerlo,questo è forte vedrete,poi si gioca in 11 più i cambi,entra fa vedere la sua classe e si..."

Altro da News