Resta in contatto

News

Napoli-Atalanta, Edy Reja: “Bella sfida, ma ora è più forte la Dea”

Il c.t. della nazionale albanese presenta il big match di questo pomeriggio svelando i punti forti dell’Atalanta capolista

Il commissario tecnico dell’Albania Edy Reja non vede l’ora di gustarsi Napoli-Atalanta, e non solo per il calcio spettacolo che promette. A Napoli ha ricordi bellissimi, ha riportato in Serie A la squadra dall’inferno della C, e anche a Bergamo ha fatto bene, in panchina nel 2015/2016: “Sarà una bella sfida. Di quelle che fanno bene al calcio italiano”, svela a La Gazzetta dello Sport.

NAPOLI-ATALANTA.Squadre che non hanno paura e sono capaci di affrontare l’avversario in campo aperto. Da due anni i bergamaschi di Gasperini giocano benissimo e mi fanno godere. Però anche il Napoli con Gattuso esprime trame interessanti e la squadra azzurra ha trovato nuovi equilibri, più solidi e in prospettiva molto interessanti per come ancora può crescere tutto il gruppo azzurro”.

DEA PIU’ FORTE. In questo momento è più forte l’Atalanta, ma ci sono altri fattori che possono influire sulla partita. Penso soprattutto ai tanti nazionali nerazzurri appena rientrati. Soprattutto i sudamericani, bisogna vedere come avranno recuperato fra fuso orario, viaggio e anche l’altitudine nel caso di Papu Gomez, che ha giocato in Bolivia. Visto che il Napoli è rimasto chiuso nella bolla a Castel Volturno, sicuramente Gattuso ne avrà approfittato per migliorare i meccanismi della squadra. Ecco questo potrebbe diventare un piccolo vantaggio per gli azzurri. Perché squadre che hanno nella fisicità un punto di forza se non avranno giocatori freschi rischiano di soffrire oltremodo”.

UOMINI DECISIVI. “Anche se sarà stanco dico sempre Papu. A lui sono rimasto legatissimo perché l’ho allenato. In qualsiasi momento è capace di inventarti un numero spettacolare che risolve la partita. Tra l’altro ora ha cominciato a segnare con continuità. Nel Napoli attenti a Lozano. Il messicano è in palla e se la squadra avrà la forza di attaccare alle spalle gli esterni nerazzurri, lì uno veloce come lui potrebbe arrivare in porta, visto che i centrali difensivi dell’Atalanta non sono particolarmente rapidi”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Forza Dea

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Occhio…durissima oggi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Io mi tocco

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Forte MA E FORTISSIMA

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Genova, categoria esordienti, battuta la Lazio in finale e Dossena che non si presenta alla premiazione.... Che bei tempi Marino... Chissà se ricordi..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "idem!!! potrei averlo scritto io!"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "È stato un grande giocatore, versatile ed un ragazzo educato, corretto e sempre leader nel nostro spogliatoio...."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il primo abbonamento in nord E c'era lui Gusto Capello lungo e corsa da cavallo"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News