Resta in contatto

News

Romero come Montero, un valido alleato nell’EuroDea

Romero

Ventuno gol segnati in sette partite tra Serie A e Champions League per la Dea, che sta migliorando anche nel suo reparto arretrato

Il difensore centrale classe 1998 Cristian Romero è la marcia in più nella difesa dell’Atalanta versione internazionale. Splendide le performance del giocatore arrivato dalla Juve, sia nello schieramento a tre contro il Midtjylland, che in quello di martedì sera contro il calcio totale biancorosso dell’Ajax. Come spiega Tuttosport, la marcatura di capitan Tadic e del bomber Traoré è stata un po’ la prova del nove dell’abilità dell’argentino, un vero toccasana per la difesa ballerina di mister Gian Piero Gasperini. 

VENTI MILIONI. Vigoria fisica, buona tecnica e irruenza lo rendono un alleato prezioso a Toloi e Djimsiti e qualcuno lo sta già paragonando a Paolo Montero. Difensore votato al sacrificio, ci mette la gamba una volta di più di quando serve, ma la sua esplosione sei realizzerà solo quando il pubblico riempirà di nuovo gli stadi, dato che l’argentino si carica di più se la gara è particolarmente sentita e seguita. Venti milioni il valore del suo riscatto, che la Dea deve pagare ai bianconeri: la speranza è che il bottino pesante in fondo al sacco, 14 reti subite in 7 gare, si esaurisca di partita in partita. Grazie anche all’esperienza e all’irruenza di Cuti Romero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Altro da News