Resta in contatto

News

Bergomi avvisa l’Atalanta: “Vi spiego i punti deboli dell’Inter…”

L’ex nerazzurro, in vista della sfida di domenica pomeriggio, ore 15 al Gewiss Stadium, tra Atalanta e Inter, si sofferma sulla difesa troppo lenta dei milanesi

Il doppio ex Beppe Bergomi, vent’anni all’Inter e allenatore a Bergamo della Berretti tra il 2011 e il 2013, per analizzare la sfida di domenica parte dai 15 gol subiti in nove partite, Champions compresa, dalla squadra di Conte:Magari Conte ci smentirà, ma a me sembra che è il modo di difendere a essere diverso dall’anno scorso: vedo una squadra che accetta di più l’uno contro uno. Antonio nelle sue dichiarazioni dice sempre che la squadra ha fatto bene, come se, nella visione di dominare l’avversario, per avere superiorità numerica in determinate zone del campo poi devi accettare l’uno contro uno dietro”, spiega a La Gazzetta dello Sport.

DIFESA LENTA. “I giocatori sono bravi e stanno facendo il massimo, ma non ci sono difensori veloci per giocare in situazioni di campo aperto. In un’altra squadra se sbagli la prima uscita, dietro ci sono gli altri. In questo contesto, stando dietro, De Vrij l’anno scorso è stato il più bravo. Ma dovendo uscire molto alto, come nel 3-2 del Real, è più difficile, perché poi c’è da coprire tutto il campo dietro”.

PROBLEMI IN MEZZO. All’Inter servirebbe di più un aiuto in mezzo. L’anno scorso l’Inter ha trovato la quadra col 3- 5-2. Ha una difesa strutturata che sa palleggiare bene ma non ha grande velocità in campo aperto: se ho un uomo lì davanti che cura questo aspetto, lo voglio sempre. E guardando in casa, quello più bravo per quel ruolo è Brozovic (…)”.

LIVERPOOL MIGLIOR DIFESA.Io sono vecchia scuola: chi prende meno gol alla fine vince. La Juve dell’anno scorso è stato un caso, Liverpool e Real avevano la miglior difesa. Se difendi bene attacchi meglio”.

ERRORI INDIVIDUALI. “Sono errori di gente non abituata a essere lì in quel momento. Ma non mi preoccupano, a meno che questa tendenza non migliori. Il rientro di Skriniar? Sì, lo vedo nel terzetto titolare. Come Godin è sempre un adattamento, ma averne come lui”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News