Resta in contatto

News

La nostalgia per la Curva Nord. Piena (video)

La Curva Nord Pisani imbandierata, con le coreografie, l’entusiasmo e la gente che va all’Atalanta. Nell’attesa ri rivederla piena, la pagina Atalantine la ricorda con nostalgia

La Curva Nord piena e tanta nostalgia che basterebbe la metà per mettersi a piangere. La pagina Instagram Atalantine, autodefinitasi la pagina ufficiale delle supporter in gonnella, la ricorda quand’era piena con un post-video messo alla mattina della ripresa del campionato. Per fare una promessa che equivale a una speranza in un periodo buio, da divieto al pubblico ormai eterno, nel bel mezzo della seconda ondata di Coronavirus e delle relative restrizioni da stadio: “Torneremo così”.

CURVA NORD: CHE NOSTALGIA… L’ultima volta dell’Atalanta davanti al suo pubblico risale a una vita fa, allo scorso campionato, il 15 febbraio 2020. Non è la partita del video postato dalle tifose, perché con la Roma, nella remuntada a due Palomino-Pasalic tra 5′ e 14′ della ripresa per abbassare la saracinesca sulle pretese corsare di Dzeko (45′), si giocò in notturna. Dall’8 marzo al 3 maggio ci sarebbe stato il primo lockdown, col calcio fermo e costretto in seguito a riprendere in estate, da giugno ad agosto.

LA CURVA PIENA: QUANDO? Ormai tutti, a Bergamo e dintorni, con la curva (quella sbagliata) dei contagi sempre più appiattita rispetto al resto della Lombardia e dell’Italia, coi reparti Covid dei nostri ospedali abbastanza capienti e attrezzati da accogliere la metà dei pazienti da fuori provincia, aspettando in trepidante attesa che lo stadio e la Curva Pisani riaprano. L’illusione di un lento ritorno alla normalità coi mille spettatori consentiti tra il match casalingo col Cagliari (4 ottobre) e quello con la Sampdoria venti giorni più tardi, a pubblico comunque sparpagliato in Tribuna Rinascimento (ex UBI, ex Giulio Cesare) e non nel settore più caldo del tifo nerazzurro, è svanita al primo decreto nuovamente restrittivo. Ma la curva, quella giusta, è chiusa da più di nove mesi. Non resta che l’operazione nostalgia sulle pagine dei social network, magari iniziando a prenotare il famoso vaccino anti Coronavirus…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ATALANTINE (@atalantine_)

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Alla Dea ultimamente non manca grinta o coraggio, manca il “muro nerazzurro”

Michele
Michele
5 mesi fa

senza parole

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Finale mondiale del 70, Domingo il migliore in campo per l' Italia. Grande ala destra nel mio Cagliari scudettato"

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Un signore dai toni sempre garbati e grande conoscitore del calcio e dei suoi uomini da cui sapeva sempre estrarre il meglio. Mai un insulto..."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Gusto Scala il precursore di Cristiano Doni. Spareggi di Genova lui nella storia atalantina, bei ricordi di gioventù nerazzurra."
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "cuore nerazzurro"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Grande Magrin... Insieme a Gigi De Agostini, i miri preferiti in quella juve anni '90"
Advertisement

Altro da News